La polizia interviene nel mattatoio Micarna di Courtepin bloccato dagli antispecisti – rts.ch

La polizia interviene nel mattatoio Micarna di Courtepin bloccato dagli antispecisti – rts.ch
La polizia interviene nel mattatoio Micarna di Courtepin bloccato dagli antispecisti – rts.ch
-

La Migros ha sporto denuncia contro gli attivisti antispecisti che da lunedì mattina occupano la sua fabbrica Micarna a Courtepin (FR), ha riferito la polizia di Friburgo, confermando le informazioni della RTS. La polizia ha iniziato a allontanare gli attivisti all’inizio del pomeriggio.

La polizia «inviterà» gli attivisti a lasciare i locali e, se necessario, li aiuterà a farlo, ha detto il portavoce della polizia cantonale Bertrand Ruffieux.

L’obiettivo, secondo lui, è che l’operazione si svolga con calma. Per quanto riguarda la situazione sul posto, essa è ancora congelata, ha indicato, con gli attivisti che si rifiutano di entrare in discussione.

Contenuto esterno

Questo contenuto esterno non può essere visualizzato perché potrebbe raccogliere dati personali. Per visualizzare questo contenuto è necessario autorizzare la categoria Social networks.

Accettare Ulteriori informazioni

>> Dettagli dalle 12:30:

Il macello di pollame Micarna a Courtepin (FR) bloccato dagli antispecisti / 12:30 / 1 min. / oggi alle 12:36

Diverse decine di attivisti incatenati

Sei attivisti incappucciati erano ancora sul tetto dell’edificio lunedì a mezzogiorno e “diversi venti” altri erano incatenati all’interno del macello di pollame di Micarna, ha detto il portavoce della polizia. Gli attivisti per i diritti degli animali accusano la Migros, di cui Micarna è una filiale, di incoraggiare “un sistema mortale in cui gli animali sono visti come merci”.

Lunedì intorno alle 4.30 la polizia cantonale è stata informata dell’ingresso illegale di diverse persone nel sito di Micarna.

Attivisti antispecisti sul tetto del mattatoio Micarna a Courtepin / Notizie in video / 34 sec. / oggi alle 11:29

“Influenza particolarmente significativa sui consumi”

In un comunicato stampa, il collettivo 269 Animal Liberation afferma che il macello di Courtepin macella quasi 35 milioni di polli all’anno. Egli accusa la Migros, “il più grande investitore pubblicitario” del Paese, di avere “un’influenza particolarmente significativa sui consumi”.

In un video trasmesso dal collettivo si vedono diverse decine di attivisti vestiti di nero, alcuni con il casco, che fanno rumore all’interno dell’edificio colpendo con oggetti installazioni metalliche.

Il movimento antispecista, fondato in Francia nel 2016, chiede 26 blocchi di macelli in Europa, l’occupazione di sedi centrali di grandi gruppi agroalimentari e la “liberazione” di oltre 3.800 animali.

ats/ebz

-

PREV Accusati di violenza sessuale, i registi Benoît Jacquot e Jacques Doillon in custodia di polizia – rts.ch
NEXT Sabrina Agresti-Roubache, terza nella sua circoscrizione elettorale a Marsiglia, si ritira