Tra 7000 e 9000 m3 di legno da rimuovere dal Lago di Ginevra a Bouveret (VS)

-
Da venerdì Sagrave, incaricato dal Cantone di Vaud, si è messo al lavoro. Sono state utilizzate due barche e due pontoni con escavatori idraulici per rimuovere tronchi d’albero e detriti raccolti vicino alla foce del fiume. ©KEYSTONE/VALENTIN FLAURAUD
Il direttore delle operazioni di Sagrave, Claude Goulet, stima la quantità di legname da trasportare “tra 7.000 e 9.000 m3”. ©KEYSTONE/VALENTIN FLAURAUD

Pubblicato il 24/06/2024

I dipendenti di Sagrave sono al lavoro da venerdì a mezzogiorno alla foce del Rodano, vicino a Bouveret (VS), per rimuovere il legname accumulatosi dopo il maltempo. Si dovrebbero togliere dall’acqua dai 7000 ai 9000 m3 di legname.

I dipendenti hanno lavorato duramente per tutto il fine settimana, nonché per tutta la giornata di lunedì. “Abbiamo una settimana importante, anche una settimana e mezza di lavoro”, ha spiegato lunedì a Keystone-ATS Claude Goulet, responsabile delle operazioni di Sagrave.

La piena del Rodano ha raggiunto il suo culmine nella notte tra venerdì e sabato, quando la portata del fiume ha raggiunto il picco di 1047 m3 al secondo, ricorda lo specialista. Da venerdì l’impresa, incaricata dal Canton Vaud, si è messa al lavoro. Sono state utilizzate due barche e due pontoni con escavatori idraulici per rimuovere tronchi d’albero e detriti raccolti vicino alla foce del fiume.

Il legname viene poi ammassato sulla terraferma, che un’azienda progressivamente evacua. Claude Goulet stima la quantità di legno da trasportare “tra 7.000 e 9.000 m3”. Non è un record, ha detto. “Il 15 ottobre 2000, una piena del Rodano ha portato 14.500 m3”, ha detto.


ats

-

PREV L’80% della popolazione di Gaza è ora sfollata
NEXT Nuova allerta piena in Ticino, dove continuano le ricerche per ritrovare cinque persone scomparse – rts.ch