Caso Mbappé, fughe di notizie e spogliatoio non chiuso… dietro le quinte della preparazione dei Blues

Caso Mbappé, fughe di notizie e spogliatoio non chiuso… dietro le quinte della preparazione dei Blues
Caso Mbappé, fughe di notizie e spogliatoio non chiuso… dietro le quinte della preparazione dei Blues
-

La Francia ha subito un pareggio venerdì sera contro l’Olanda nella seconda partita europea (0-0). Un risultato acquisito in un contesto teso, soprattutto per quanto riguarda lo stato di salute di Kylian Mbappé.

Con la vittoria contro l’Austria appena ottenuta lunedì sera, Didier Deschamps ha già in mente la prossima tappa: la partita contro l’Olanda venerdì a Lipsia. E l’allenatore francese ha tante cose in mente, soprattutto per quanto riguarda l’organizzazione dell’Euro. 36 ore in meno di recupero rispetto agli olandesi. Le condizioni non sono ottimali per prepararsi allo scontro con i Batavi.

Soprattutto perché il caso Kylian Mbappé ha fatto circolare molto inchiostro in settimana. Vittima di una frattura al naso contro gli austriaci, il capitano dei Blues ha dimostrato di voler tornare in campo velocemente, in particolare mostrando la sua motivazione sui social network. Da parte sua, Didier Deschamps ha lasciato dubbi in conferenza stampa sulla possibile presenza del suo attaccante contro l’Olanda, appena quattro giorni dopo il suo infortunio.

Kylian Mbappé ha ricevuto le mascherine e non ne ha testato la protezione in condizioni reali, durante l’incontro di vigilia. Come previsto, il nuovo giocatore del Real Madrid è stato finalmente preservato in questa seconda partita europea.

“Infiltrazioni”, teloni… il giorno prima della partita vivace

Per far fronte all’assenza di Mbappé, Didier Deschamps ha scelto di cambiare sistema inserendo Adrien Rabiot a centrocampo sinistro e Aurélien Tchouaméni al fianco di N’Golo Kanté. Informazioni uscite sulla stampa poco prima della mezzanotte di giovedì sera, quando ha sollevato l’idea con alcuni giocatori, in un piccolo gruppo. L’effetto sorpresa è mancato. Didier Deschamps ha parlato di “infiltrazioni” in una conferenza stampa pre-partita. “Hai abbastanza infiltrazioni per sapere da dove viene, in un modo o nell’altro.” Questa fuga di notizie non ha destabilizzato l’allenatore. Non ha lasciato trasparire nulla ma in delegazione qualcuno se lo chiede, perché sì, alcuni giocatori hanno saputo del riposizionamento di Rabiot sui media.

Da parte olandese ci informiamo velocemente per cercare di scoprire fino a che punto le informazioni sulla probabile composizione dei Blues siano vere. Venerdì mattina, giorno della partita, gli Oranje sono convinti che il 4-4-2, con il doppio perno Kanté – Tchouaméni, sarà l’impianto utilizzato dai Tricolores e stanno affinando di conseguenza la loro preparazione.

Allo stesso tempo, la vicenda dei teloni aggiunge un nuovo fastidio. Al loro arrivo a Lipsia, lo staff e i giocatori della Nazionale francese hanno notato che il loro spogliatoio non era divisorio ed era separato dal campo solo da un semplice telone blu teso. Per un discorso preparato in completa privacy, bisogna tornare indietro, poiché questo telone non filtra alcun suono, lasciando che tutti possano ascoltare alle porte (o accanto al telone).

Un post partita con i propri cari

Nonostante diverse opportunità, la squadra francese non è riuscita ad assicurarsi una seconda vittoria in questo Europeo. Ma questo 0-0 contro gli olandesi lascia i Blues in buona posizione per qualificarsi agli ottavi. Questo risultato non sembra incidere sul morale dei giocatori, che al fischio finale tornano sul campo della Red Bull Arena per chiacchierare con i propri cari. Vicino allo spogliatoio, Marcus Thuram si prende il tempo per chiacchierare con suo padre Lilian. Non lontano da lì, Kylian Mbappé parla con i suoi genitori vicino al bus dei Blues. Conclusione tranquilla della serata prima di dedicarsi alla preparazione della terza partita contro la Polonia, martedì 25 giugno (ore 18).

La cellula della squadra francese RMC Sport a Paderborn

Articoli principali

-

PREV ADM Project subirà un cambiamento organizzativo
NEXT Sale a quattro morti e quattro dispersi il bilancio del Ticino, diramata una nuova allerta piene – rts.ch