Calo dei prezzi alimentari: scopri le nuove decisioni del governo

-

Questo venerdì il Consiglio nazionale dei consumatori si è riunito per esaminare il recente calo dei prezzi dei prodotti alimentari essenziali. Presieduto dal Ministro dell’Industria e del Commercio, Serigne Gueye Diop, questo incontro ha permesso di passare in rassegna diversi prodotti chiave che hanno un impatto diretto sulla vita quotidiana dei senegalesi.

Il costo di una lattina da 20 litri di olio raffinato è ora fissato a 18.500 franchi (prezzo franco fabbrica o importazione), con una tariffa all’ingrosso di 17.750 franchi a lattina. Nella vendita semi-all’ingrosso il prezzo sale a 19’000 franchi a lattina. Per la vendita al dettaglio, ogni bottiglia è fissata a 1.000 franchi in tutti i negozi del Senegal.

Il prezzo del riso comune è di 410 franchi al chilogrammo, mentre quello dello zucchero cristallizzato è di 600 franchi al chilogrammo. Il riso rotto importato viene venduto a 375.000 franchi per tonnellata all’ingrosso, 379.000 franchi al semi-ingrosso e 410 franchi al chilogrammo al dettaglio. Per lo zucchero cristallizzato il prezzo è di 558.000 franchi a tonnellata, mentre lo zucchero importato costa 566.000 franchi all’ingrosso, 571.000 franchi al semi-ingrosso e 600 franchi al dettaglio, rispetto ai 650 precedenti.

Per quanto riguarda la farina di frumento, la farina da forno tipo 55 viene venduta a 15.200 franchi per sacco da 50 kg, mentre la farina da forno migliorata viene venduta a 15.700 franchi per sacco da 50 kg. Di conseguenza, il prezzo della baguette scende di 25 franchi, da 175 a 150 franchi.

Per il cemento il prezzo di un sacco è fissato a 3.550 franchi CFA. Il prezzo esclusivo del cemento è di 66.000 franchi a tonnellata, mentre per i distributori è di 71.000 franchi a tonnellata.

98d0967e06.jpg

-

NEXT Sabrina Agresti-Roubache, terza nella sua circoscrizione elettorale a Marsiglia, si ritira