Letteratura ginevrina: un cane come leader di pensiero

Letteratura ginevrina: un cane come leader di pensiero
Letteratura ginevrina: un cane come leader di pensiero
-

Un cane come leader di pensiero

Michel Audétat

Pubblicato oggi alle 13:07

Iscriviti ora e goditi la funzione di riproduzione audio.

BotTalk

Il filosofo e il cane fanno coppia fin dalla notte dei tempi. Dall’antichità greca ci fu un movimento filosofico che prese il nome dalla parola “cane”. (kuon): cinismo, di cui il liberissimo e scandaloso Diogene fu il principale portavoce. Da parte loro, gli appassionati di fumetti stanno senza dubbio pensando al cane Kador, adottato dalla coppia Bidochon (Binet), che trascorre il tempo con il naso immerso nelle opere di Immanuel Kant. Avendo egli stesso insegnato filosofia all’Università di Ginevra prima di diventare vicesegretario generale del Dipartimento della Pubblica Istruzione (DIP), Nicolas Tavaglione si inserisce in questa lunga storia con il libro colmo di affetto che gli è stato scritto ispirandosi ai suoi quattro- amico a zampe: “Sei come un cane”.

-

NEXT Sabrina Agresti-Roubache, terza nella sua circoscrizione elettorale a Marsiglia, si ritira