Vacanze: Genève Aéroport si prepara ad un’estate molto intensa

-

Come Genève Aéroport si prepara ad un’estate molto intensa

Pubblicato oggi alle 17:32

Iscriviti ora e goditi la funzione di riproduzione audio.

BotTalk

Uscire dai mucchi di bagagli smarriti e dalle interminabili code dell’estate 2022. Almeno questo è ciò che sperano la direzione di Genève Aéroport e i suoi principali partner (Easyjet, Swiss, Swissport e dnata). Per le prossime vacanze si dicono pronti ad affrontare un massiccio afflusso di viaggiatori. Questi ultimi dovrebbero essere numerosi quasi quanto nel 2019 (-1,6%), prima del Covid.

“Quasi 1,6 milioni di passeggeri al mese passeranno da Cointrin durante l’estate”, annuncia André Schneider, direttore generale di Genève Aéroport. Ciò comporta molte sfide. Oltre all’elevata domanda di viaggi, diversi centri di controllo europei sono a corto di personale. La congestione dello spazio aereo potrebbe anche avere un impatto sulla puntualità degli aerei”. I giorni di partenza più affollati saranno domenica 14, 21 e 28 luglio, nonché venerdì 2 agosto e domenica 4 agosto.

Ma i vari attori assicurano di essere preparati. Swissport indica ad esempio di aver assunto quasi 130 collaboratori aggiuntivi per gestire l’afflusso di bagagli. «Abbiamo inoltre sviluppato un modello computerizzato per ottimizzare la guida a terra degli aerei in caso di imprevisto», sottolinea Julien Fournier, direttore operativo di Swissport Ginevra.

Limitare i decolli tardivi

L’accento è stato posto anche sulla riduzione dei ritardi degli aerei. Easyjet si è dotata di intelligenza artificiale per reindirizzare i voli in caso di problemi. “Abbiamo anche rimodellato molti percorsi. Grazie a questo, nei primi sei mesi del 2024, abbiamo ridotto dell’85% i voli in partenza da Ginevra dopo le 22:00 verso il Regno Unito. Per gli aerei diretti verso l’UE la quota è stata ridotta del 52%», si rallegra Jean-Marc Thévenaz, direttore di Easyjet Svizzera.

Questo sforzo sui ritardi non viene dal nulla. Diversi mesi fa, l’aeroporto ha lanciato un sistema di quote per gli aerei che decollano dopo le 22:00. L’obiettivo è limitare l’inquinamento acustico per i residenti di Cointrin. Per ogni aereo che decolla troppo tardi, alla compagnia operativa vengono assegnati punti a seconda del tipo di aereo. Dall’1ehm Gennaio 2025, dopo un certo numero di punti, l’operatore verrà multato (si parla di migliaia, anche decine di migliaia di franchi) per ogni decollo dopo le 22.00.

“Ciò limiterà notevolmente i livelli di rumore in eccesso”, sorride André Schneider. Quest’estate, però, la situazione potrebbe essere un po’ più complicata, a causa dell’elevata saturazione dei corridoi aerei.

Anche Genève Aéroport amplia il suo catalogo, con 124 piattaforme servite. Easyjet offre sette nuove destinazioni nel Mediterraneo come Djerba, Bari e Rodi. La Svizzera si muove verso la Scandinavia, con voli per Oslo, Copenaghen e Stoccolma.

Si rinnoverà l’offerta di treni la mattina presto in partenza da Bienne, Neuchâtel, Friburgo e Sion per prendere i primi voli della giornata.

Notiziario

“Ultime notizie”

Vuoi restare aggiornato sulle novità? La “Tribune de Genève” vi propone due incontri al giorno, direttamente nella vostra casella di posta elettronica. Per non perderti nulla di ciò che accade nel tuo cantone, in Svizzera o nel mondo.

Altre newsletter

Per accedere

Emiliano Ghidoni è giornalista presso la Tribune de Genève dall’agosto 2022. Si occupa in particolare delle questioni della mobilità e del comune di Vernier. Ha conseguito un Master in giornalismo e una laurea in Relazioni internazionali.Più informazioni @emilien_ghidoni

Hai trovato un errore? Segnalacelo.

0 commenti

-

PREV Agadir brilla per il festival Timitar, i segni e le culture
NEXT Sammy Mahdi (CD&V) impone le sue condizioni per formare una coalizione “Arizona”: “Non possiamo lasciare andare il popolo”