Un trattamento innovativo ha permesso di eliminare completamente un tipo di cancro, nell’ambito di uno studio clinico

-

Uno studio ha mostrato un tasso di risposta positiva del 100% in 42 pazienti con un tipo specifico di cancro del retto trattati con un’immunoterapia sperimentale.

ANNUNCIO

È un fatto raro: il cancro del retto è scomparso in tutti i pazienti che hanno partecipato a uno studio clinico su un nuovo trattamento immunoterapico, secondo i risultati pubblicati questo mese.

Lo studio è una collaborazione tra il Memorial Sloan Kettering Cancer Center (MSK) con sede negli Stati Uniti e la società farmaceutica GSK.

Chiudi la pubblicità

Si è concentrato su un nuovo trattamento, dostarlimab-gxly, mirato a trattare pazienti con un tipo specifico di cancro del retto, causato da una mutazione genetica.

“Come medico, ho constatato in prima persona il basso impatto del trattamento standard per il cancro del retto MMRd e sono entusiasta del potenziale di dostarlimab-gxly in questi pazienti”, detto nel comunicato stampa Dr. Andrea Cercek, capo sezione del cancro del colon-retto presso MSK e principale promotore dello studio.

Cancro di tipo MMRd significa “carenza di riparazione del mismatch”, in altre parole le cellule in questo caso presentano un sistema di riparazione del DNA disfunzionale. Questi tumori rappresentano circa il 5% dei tumori del retto rilevati.

Attualmente questa rara patologia viene trattata con radioterapia, chemioterapia, chirurgia, ma queste opzioni terapeutiche possono essere combinate.

Questi trattamenti pesanti spesso peggiorano la qualità della vita del paziente, provocando in particolare disturbi intestinali, incontinenza intestinale o disturbi sessuali, secondo la dottoressa Clélia Coutzac, oncologa, che non ha preso parte allo studio.

Come funziona dostarlimab?

“Poiché i dMMR sono tumori ipermutati, sono molto visibili al sistema immunitario che, in un primo momento, considera le cellule tumorali come estranee e le uccide. Ma dopo un certo tempo, il cancro progredisce e il sistema immunitario smette di funzionare”, continua La dottoressa Clélia Coutzac.

“Ciò che funziona molto bene su questi tumori è che riattiviamo il sistema attraverso l’immunoterapia, in questo caso il dostarlimab di GSK, un farmaco che guiderà i linfociti a riconoscere nuovamente le cellule tumorali come dannose e a ucciderle”, ha aggiunto.

Secondo la dichiarazione di GSK, i pazienti che hanno completato il trattamento per sei mesi hanno mostrato una risposta clinica completa e non hanno avuto evidenza di tumore alla risonanza magnetica, all’endoscopia o all’esame clinico durante il periodo di trattamento.

Risultati “sorprendenti”, ritiene il dottor Coutzac.

Altre ricerche in corso

Prima che dostarlimab – noto anche con il nome commerciale Jemperli – possa essere immesso sul mercato per il trattamento del cancro del retto MMRd, sono necessarie ulteriori ricerche.

Uno studio globale, chiamato Azur-1, mira a testare l’efficacia di dostarlimab-gxly quando usato da solo, al posto della chemioterapia, della radioterapia o della chirurgia, e a confermare i risultati dello studio MSK.

-

NEXT Sabrina Agresti-Roubache, terza nella sua circoscrizione elettorale a Marsiglia, si ritira