Riforma della legge mineraria | Fine delle rivendicazioni sui terreni privati, BAPE obbligatorio per tutte le miniere

Riforma della legge mineraria | Fine delle rivendicazioni sui terreni privati, BAPE obbligatorio per tutte le miniere
Riforma della legge mineraria | Fine delle rivendicazioni sui terreni privati, BAPE obbligatorio per tutte le miniere
-

Con la sua riforma dell’ Legge sulle miniere, il governo Legault vuole frenare la speculazione sui diritti minerari e li proibirà, con alcune eccezioni, su terreni privati. Renderà obbligatorio tenere una consultazione BAPE per tutti i progetti minerari al fine di promuovere “l’accettabilità sociale”. “Veniamo per garantire che i progetti che vedranno la luce siano ben accolti nelle nostre regioni”, ha affermato martedì il ministro delle Risorse naturali, Maïté Blanchette Vézina, in una conferenza stampa.


Inserito alle 15:52

Aggiornato alle 17:31

(Québec) BAPE obbligatorio per tutte le miniere

Il Quebec vuole rendere obbligatorio la consultazione con l’Ufficio per le udienze pubbliche sull’ambiente (BAPE) per qualsiasi progetto minerario. Questo annuncio viene fatto in un contesto in cui il governo Legault viene aspramente criticato per aver evitato di detenere un BAPE su progetti nel settore delle batterie, come la fabbrica Northvolt. “Vogliamo lasciare spazio a progetti che soddisfino i più alti standard sociali e ambientali, quelli che attirino il sostegno dei quebecchesi”, ha affermato la Sig.Me Blanchette Vezina. La legge attuale, rispolverata dal Parti Québécois nel 2013, escludeva i progetti di metallo inferiori a 2.000 tonnellate al giorno e 500 tonnellate al giorno per altri materiali.

Niente più rivendicazioni su terreni privati

Quasi il 10% del territorio del Quebec è attualmente coperto da rivendicazioni minerarie, compreso l’8% di terreni privati. Storicamente, l’estrazione mineraria veniva effettuata nel nord del territorio, ma l’appetito per la grafite e il litio ha fatto esplodere il numero delle rivendicazioni nel sud, dove le persone hanno case o terreni agricoli, per esempio. La legge prevede già che un proprietario possa rifiutare qualsiasi esplorazione mineraria sulla sua terra, ma il Quebec mette un freno a questa pratica “ritirando le terre private dall’esplorazione mineraria quando non sono stati effettuati lavori nella zona”. “Eliminerà questa pressione e rassicurerà anche”, ha detto il ministro. Un MRC può, tuttavia, rendere il proprio territorio disponibile per le rivendicazioni, se lo desidera.

Speculatori nei guai

La riforma del ministro prende di mira direttamente gli “speculatori”, intermediari la cui unica intenzione nell’acquistare un terreno minerario è rivenderlo a scopo di lucro, senza svolgere alcun lavoro di esplorazione. Il Quebec crede di aver trovato un modo per sbarazzarsene. D’ora in poi non sarà più possibile vendere un credito senza aver effettuato lavori di esplorazione e tali diritti decadranno se i lavori non saranno stati eseguiti entro un certo periodo. Per il momento, solo dal 13 al 17% dei crediti minerari sono oggetto di lavori di esplorazione per trovare un giacimento. “ [Les gens] vedere che i crediti vengono rivenduti da $ 75 a $ 10.000. Questa speculazione deve finire e siamo lieti di vedere misure per regolamentare questa pratica”, ha affermato la deputata del Quebec Solidaire Alejandra Zaga Mendez.

Un record assoluto di sinistri

Ci sono quasi 351.000 rivendicazioni minerarie in Quebec, un record assoluto. Con il disegno di legge, il Quebec ritiene che dal 20 al 25% dei crediti minerari semplicemente scompariranno e stima che un quinto di tutti i crediti minerari in Quebec siano attualmente nelle mani degli speculatori. Ciò ridurrà la pressione sulle città e sul governo del Quebec, che talvolta vogliono pianificare altri usi per questi territori, ad esempio la creazione di aree protette. “L’obiettivo, infatti, è che dove ci sono rivendicazioni, ci sia davvero un’esplorazione mineraria che viene effettuata per avere una migliore prevedibilità per i comuni, ma anche per altri usi per il territorio, appunto”, ha detto il ministro.

Promuovere la trasformazione

Il governo del Quebec vuole promuovere la lavorazione in Quebec dei minerali ivi estratti. “Ci sono alcune misure che permetteranno di sapere, in particolare, dove vengono inviati i minerali dalle società”, ha affermato il sig.Me Blanchette Vezina. Le società minerarie dovranno inoltre, durante lo studio BAPE, presentare uno studio sulle opportunità che “dovrà includere elementi sulla valorizzazione e la trasformazione in Quebec”. “Ciò ci permetterà di proporre o intervenire presso l’impresa, poi di lavorare con essa per vedere cosa possiamo fare per massimizzare i benefici in Quebec”, ha indicato il viceministro associato al Ministero delle Risorse Naturali e delle Foreste Ian Morissette.

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)