Thomas Dunford, il liuto libero

Thomas Dunford, il liuto libero
Thomas Dunford, il liuto libero
-

Pubblicato il 28 maggio 2024 alle 08:52. / Modificato il 28 maggio 2024 alle 10:22.

Nell’immaginario collettivo il liuto evoca tempi antichi, immagini di menestrelli in tunica e stivali che declamano con enfasi i loro inni. Tuttavia, questa famiglia di strumenti a pizzico, di origine araba, ha già conosciuto diverse vite sin dalla sua introduzione in Europa nel XV secolo. Accompagnamento essenziale dei cantanti rinascimentali, questa “chitarra” a forma di pera, con il manico spezzato a 90 gradi, ha cambiato dimensione ed estensione, diventando un simbolo di raffinatezza in epoca barocca… oggi porta una cover di Françoise Hardy. Più precisamente Il tempo dell’amore, una hit del 1962 rivisitata da Thomas Dunford per il quale il liuto è un po’ tutto questo allo stesso tempo. Questo franco-americano di 36 anni maneggia questo guscio di legno fin dall’infanzia e lo porta in terre insospettate – da solo o con il suo Ensemble Jupiter, che gravita da sei anni nel cielo della musica antica. Dopo una serata dedicata al musical alla Cité Bleue la settimana scorsa, e prima del loro concerto questo venerdì a Ginevra, al festival Les Athénéennes, Thomas Dunford torna su questa epopea degli archi.

“Difficile dirlo a parole: è stato amore a prima vista!” Thomas Dunford ricorda bene la prima volta che prese in mano il liuto. Ha 9 anni e sta frequentando un corso di formazione dove lo hanno mandato i suoi genitori, anch’essi violisti da gamba e discepoli di Jordi Savall. “Ricordo il lato risonante, intimo, mi piaceva che fosse un suono morbido e vario. Mettiamoci direttamente nella corda con la polpa.

Interessato a questo articolo?

Per sfruttare al meglio i nostri contenuti, iscriviti! Fino al 31 maggio, approfitta di quasi il 15% di sconto sull’offerta annuale!

VERIFICA LE OFFERTE

Thomas-Dunford-il-liuto-libero.svg+xml
Buoni motivi per abbonarsi a Le Temps:
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sul sito.
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti disponibili sull’applicazione mobile
  • Piano di condivisione di 5 articoli al mese
  • Consultazione della versione digitale del quotidiano dalle ore 22.00 del giorno precedente
  • Accesso agli integratori e a T, la rivista Temps, in formato e-paper
  • Accesso ad una serie di vantaggi esclusivi riservati agli abbonati

Sei già abbonato?
Per accedere

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)