Dakhla-Oued Eddahab: firmato il quinto contratto attuativo della roadmap del turismo

Dakhla-Oued Eddahab: firmato il quinto contratto attuativo della roadmap del turismo
Dakhla-Oued Eddahab: firmato il quinto contratto attuativo della roadmap del turismo
-

È stato recentemente firmato il quinto contratto di attuazione della tabella di marcia del turismo 2023-2026 per la regione di Dakhla-Oued Eddahab.

Siglato dal Ministero del Turismo, dell’Artigianato e dell’Economia Sociale e Solidale, dalla wilaya di Dakhla-Oued Eddahab, dal Consiglio Regionale, dalla Società Marocchina di Ingegneria Turistica (SMIT) e dall’Ufficio Nazionale del Turismo Marocchino (ONMT), questo accordo mira a trasformare Dakhla-Oued Eddahab in una regione emblematica del settore “Ocean Waves”, dedicata agli sport da tavola.

“Il potenziale della regione di Dakhla-Oued Eddahab è innegabile, quindi deve essere trasformata in una destinazione turistica di fama mondiale, in particolare per gli sport acquatici come il surf e il kitesurf”, ha sottolineato il Ministro del Turismo, dell’Artigianato e della Solidarietà sociale. Economia, Fatim-Zahra Ammor, ha citato in un comunicato stampa del dipartimento di vigilanza.

La regione beneficerà di nove progetti strutturanti, focalizzati principalmente sul miglioramento delle infrastrutture turistiche e sull’incremento delle attività di intrattenimento, ha osservato la signora Ammor.

Tra queste iniziative, prosegue il comunicato, figura un programma di promozione turistica per alcune spiagge della regione, aggiungendo che sarà creata anche una Società di sviluppo regionale del turismo (SDR), accompagnata da un programma di sostegno alle imprese turistiche per arricchire l’offerta e migliorare consumo turistico.

Per rafforzare l’attività turistica, continua la stessa fonte, sarà creata a Dakhla una scuola di sport da tavola, sfruttando il potenziale della regione e la sua reputazione internazionale come destinazione degli sport da tavola.

Per promuovere Dakhla-Oued Eddahab e aumentarne l’attrattiva, sarà inoltre attuato un piano di marketing e di promozione dell’aria adattato alle specificità della regione.

Considerata la ricchezza del suo entroterra, il contratto di candidatura integra anche un programma per lo sviluppo del turismo rurale e naturalistico, aggiunge la stessa fonte, sottolineando che tale programma consentirà di creare prodotti turistici complementari a quello balneare e di promuovere un’economia turistica inclusiva. , generando così posti di lavoro e reddito sostenibili.

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)