Margot Robbie, Morgan Freeman… Le loro voci francesi vogliono essere protette dall’intelligenza artificiale

Margot Robbie, Morgan Freeman… Le loro voci francesi vogliono essere protette dall’intelligenza artificiale
Margot Robbie, Morgan Freeman… Le loro voci francesi vogliono essere protette dall’intelligenza artificiale
-
>>>>
Schermata / Instagram Brigitte Lecordier I doppiatori lanciano un appello sui social network affinché venga regolamentato l’uso dell’intelligenza artificiale.

Schermata / Instagram Brigitte Lecordier

I doppiatori lanciano un appello sui social network affinché venga regolamentato l’uso dell’intelligenza artificiale.

CULTURA – I nomi di Philippe Peythieu (Homer Simpson), Benoît Allemane (Morgan Freeman), Dorothée Pousséo (Margot Robbie) o Emmanuel Curtil (Jim Carrey) potrebbero non dirti nulla ma hai già sentito le loro voci. Ben 47 attori e doppiatrici avvertono del pericolo che l’intelligenza artificiale rappresenta per il loro futuro in un video pubblicato sui social network martedì 21 maggio.

“La nostra professione potrebbe scomparire completamente”. È con questa frase che Brigitte Lecordier, voce francese di Son Goku, entra in scena sfera del drago, inizia il suo messaggio. Gli attori avvertono gli spettatori perché, come si suol dire, “la cultura è in pericolo perché l’AI non inventerà più nulla”. Sono preoccupati per la mancanza di emozione mostrata dalle voci prodotte dall’intelligenza artificiale.

Gli attori mettono in guardia anche dai furti. I robot vengono addestrati e utilizzano le voci degli attori “senza consenso né tracciabilità”. Come spiegato da Bastien Bourlé, doppiatore francese di Eren Jaeger nella serie animata giapponese L’attacco dei Titani, “Le IA vengono nutrite con tutte le nostre creazioni per funzionare”. Ci ricordano che l’intelligenza artificiale generativa non attacca solo il doppiaggio ma anche ogni forma d’arte.

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

Sfida Rachida Dati

In una ventina di ore, il video pubblicato sui social network di Brigitte Lecordier ha totalizzato 3,5 milioni di visualizzazioni su Instagram e 1,1 milioni su X (ex Twitter). I doppiatori chiedono che il loro appello venga ascoltato dal ministro della Cultura Rachida Dati. Secondo loro, l’intelligenza artificiale minaccia “più di 15.000 posti di lavoro: artisti, produzione, ingegneri del suono, direzione artistica, autori e adattatori”.

Con #TouchePasMaVF, gli attori vogliono che le autorità pubbliche si occupino dell’argomento. Nel gennaio 2024 è stata lanciata una petizione online dall’Unione francese degli artisti dello spettacolo e dall’associazione LesVoix. Mentre una settimana prima era ferma a circa 30.000 firme, ora la petizione ne ha più di 50.000.

Negli Stati Uniti il ​​mondo del cinema aveva fatto parlare anche della sua paura nei confronti dell’intelligenza artificiale. Uno sciopero di 118 giorni ha colpito Hollywood in cui l’uso dell’intelligenza artificiale era uno dei punti di contrasto tra i sindacati e gli studi cinematografici. La SAG AFTRA, il principale sindacato cinematografico americano, ha ottenuto il diritto di negoziare un compenso per gli attori di cui sarebbe stata utilizzata l’immagine o la voce.

Per evitare una situazione simile, gli artisti francesi chiedono quindi una regolamentazione dell’intelligenza artificiale “regolamentare lo sviluppo dell’IA generativa in modo tale da tutelare gli artisti, le opere, la cultura e l’occupazione”, si legge sul sito dell’associazione LesVoix. E come ricorda Donald Reignoux, voce francese di Spider-Man: “Un grande doppiaggio comporta grandi responsabilità.”

Vedi anche su L’HuffPost:

La lettura di questo contenuto potrebbe comportare l’inserimento di cookie da parte dell’operatore terzo che lo ospita. Tenendo conto delle scelte che hai espresso riguardo al deposito dei cookie, abbiamo bloccato la visualizzazione di questo contenuto. Se desideri accedervi devi accettare la categoria di cookie “Contenuti di terze parti” cliccando sul pulsante sottostante.

Riproduci video

-

PREV Atletica: Mujinga Kambundji sbaglia la finale dei 100 metri
NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)