ChatGPT non funziona

-

Devo lavorare da solo, è sabbioso. SCANDALOSO.Immagine: dott

Flute, OpenAi e il suo strumento ChatGPT sembrano avere difficoltà. E noi con esso. Quale pulsante si accende il cervello, ancora una volta…?

22/05/2024, 16:3722/05/2024, 17:13

Margaux Habert

Seguimi

Altro da “Internazionale”

Avevi intenzione (come me) di rilassarti per il resto della giornata, chiedendo all’intelligenza artificiale di OpenAI di scrivere questo brutto file per te? Peccato. La versione gratuita di ChatGPT sembra avere difficoltà, mettendo in uno stato di stress gli utenti che non sanno più come far girare il cervello senza l’aiuto dell’AI.

ChatGPT non funziona.

Ovviamente ha già fatto un pasticcio ieri sera, ed è tornato di nuovo oggi…Immagine: dott

Inoltre, su X (ex Twitter) fioccano le denunce. Alcuni utenti sono tristi nel vedere che lo strumento non funziona più durante i periodi di esame. COME PER CASO, come direbbero i nostri amici complottisti del 5G.

Sembra che l’interruzione non influisca sulla versione a pagamento. Un altro colpo da parte dei Rettiliani armati di denaro.

Sempre su X si susseguono le reazioni per nulla eccessive. Alcune persone, confrontate con questa versione arcaica della vita, non sono più in grado di pensare con la propria testa.

Speriamo, per i più disperati, nel pieno della disperazione, che OpenIA metta in gioco dei veri umani per riparare la sua bici. Perché comincia a diventare lungo ormai.

La leggenda narra che gli utenti più devastati dall’interruzione di ChatGPT siano sul punto di chiedere aiuto a Clippy. Ma sì, ricorda Clippy: la simpatica graffetta pixelata che non è mai servita a nulla (ma che è estremamente carina).

Tenere duro.

Altri articoli sull’intelligenza artificiale:

OpenAI ha lanciato Sora, in grado di generare video straordinari:

Potrebbe interessarti anche questo:

Negli anni ’70 regnava su New York e sul cuore del giovane Donald Trump. Lui è Roy Cohn, il “serpente”, un avvocato disonesto e senza scrupoli, divenuto uno dei personaggi centrali di L’apprendista, film presentato lunedì al Festival di Cannes. Ritratto di una feccia, vera, il cui stile segnò per sempre il futuro presidente degli Stati Uniti.

Nuova York, 1973. Siamo al “Club”, un locale notturno riservato ai soci nell’Upper East Side dove modelle, fashioniste e aspiranti socialite si incontrano, bevono e fanno affari. Nel mezzo di questo felice melting pot, un giovane imprenditore immobiliare di 27 anni, dai capelli biondi e dalla bellezza opulenta. Donald Trump.

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)