Microsoft presenta il futuro dei PC: 22 ore di autonomia e AI a bordo

Microsoft presenta il futuro dei PC: 22 ore di autonomia e AI a bordo
Microsoft presenta il futuro dei PC: 22 ore di autonomia e AI a bordo
-

Microsoft ha presentato questo lunedì il futuro del PC sollevando il velo su una nuova gamma di computer “CoPilot Plus”.

Il colosso dell’IT pensa in grande. Questo lunedì ha presentato una nuova gamma di computer durante un keynote, in collaborazione con i suoi partner. La particolarità? Saranno tutti dotati di un nuovo microprocessore. E sorpresa, nessuna Intel all’orizzonte ma Qualcomm. E questo cambia molte cose…

Un piccolo aggiornamento per chi non lo sa: i processori Intel sono sempre stati popolari sui PC. I modelli i3, i5, i7 e i9 alimentano la maggior parte delle macchine. I pochi rari tentativi di ribaltare l’ordine esistente introducendo processori “mobili” di tipo ARM sui computer si sono conclusi con amari fallimenti, come Windows RT qualche anno fa. Qualcomm ha fatto dei processori per smartphone la sua specialità. Con sorpresa di tutti, tuttavia, all’evento Microsoft l’azienda ha presentato un nuovo potente microprocessore che apre nuove opportunità per l’informatica.

L’élite di Qualcomm Secondo le statistiche rivelate, il processore sarebbe il 58% più veloce di quello del colosso californiano e soprattutto consumerebbe meno energia. Fino al 20% in meno di consumo energetico rispetto a un MacBook Air… In pratica, ciò consentirà ai computer di durare fino a 22 ore di riproduzione video e fino a 16 ore di navigazione. L’autonomia è praticamente doppia rispetto all’autonomia degli attuali PC portatili.

Questi nuovi microprocessori permettono anche di introdurre localmente nuove funzionalità “by AI”, da qui il nome Copilot Plus. Anche qui, una piccola ricontestualizzazione: gli assistenti e gli strumenti di intelligenza artificiale generativa generalmente richiedono il cloud per funzionare. Per una buona ragione: le macchine attuali non sarebbero in grado di farli funzionare in un arco di tempo ragionevole. Il nuovo chip di Qualcomm è un punto di svolta. Diventa improvvisamente possibile utilizzare CoPilot localmente, senza dover essere connesso a Internet. Questi nuovi PC integreranno tantissime funzionalità esclusive come la traduzione dei video in tempo reale, la possibilità di trovare facilmente i contenuti visualizzati su Internet o sul computer utilizzando uno strumento di ricerca locale o l’upscaling automatico dei giochi.

Tuttavia, un punto solleva ancora interrogativi: la compatibilità di queste macchine con il software. Il nuovo processore Snapdragon è di tipo ARM. Pertanto teoricamente non è compatibile di default con i classici software Windows ma solo con le “app” native di Windows. Microsoft promette però l’arrivo di numerosi software nativi come Photoshop o Lightroom e soprattutto di uno strumento di emulazione che teoricamente consentirebbe l’utilizzo di qualsiasi software Windows.

I primi PC Copilot Plus arriveranno sul mercato nelle prossime settimane. Molti produttori hanno già presentato modelli, tra cui Acer, HP, Lenovo e Asus. Microsoft offrirà anche diverse macchine CoPilot Plus, ma dovresti aspettarti prezzi abbastanza alti dato che il modello più economico dovrebbe essere fatturato a 999 euro.

_
Segui Geeko su Facebook, Youtube e Instagram per non perdere novità, test e buoni affari.

Ricevi le nostre ultime novità direttamente sul tuo WhatsApp iscrivendoti al nostro canale.

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)