Attacco alla sinagoga di Rouen: la polizia “ha impedito un atto omicida”

Attacco alla sinagoga di Rouen: la polizia “ha impedito un atto omicida”
Attacco alla sinagoga di Rouen: la polizia “ha impedito un atto omicida”
-

Di

Tommaso Rideau

pubblicato su

20 maggio 2024 alle 16:38

Vedi le mie notizie
Segui 76-

Tre giorni dopo l’incendio della sinagogail ministro dell’Interno, Gerardo Darmanin è tornato a Rouen (Seine-Maritime) questo lunedì 20 maggio 2024 per decorare i vigili del fuoco e gli agenti di polizia intervenuti per primi sulla scena del disastro.

Quattro agenti di polizia e sei vigili del fuoco erano davanti alla sinagoga alle 6:40 di venerdì 17 maggio, quando un individuo minaccioso aveva appena lanciato una bottiglia molotov nel luogo di culto.

“Avrebbe potuto continuare il suo percorso omicida”

Brandendo il coltello, ha caricato un agente di polizia che ha dovuto usare la sua arma. Sono stati sparati cinque colpi e quattro hanno raggiunto il loro obiettivo. Per questo gesto, il Ministro dell’Interno ha deciso di premiare questo agente così come tutti i “primi soccorritori” per questo intervento.

Gérald Darmanin aveva un messaggio da trasmettere: questo poliziotto che ha sparato potrebbe aver impedito all’uomo con il coltello di aggredire altre persone, “e le prime pagine dei giornali sarebbero state completamente diverse”, ha detto nel cortile della Senna -Prefettura marittima.

“A Rouen, i bastioni dello Stato sono solidi”

“Possiamo immaginare che questa persona, che ha bruciato la sinagoga e ha aggredito un agente di polizia, avrebbe potuto continuare la sua strada omicida e aggrediscono i passanti”, ha ipotizzato il ministro degli Interni. “Là siamo riusciti a evitare che la sinagoga bruciasse fino alle fondamenta, e abbiamo impedito a atto omicida. È importante sostenere il coraggio della polizia.

I dieci agenti premiati hanno ricevuto il Medaglia per la sicurezza nazionale (MSI)l’ufficiale di polizia che ha sparato all’aggressore aveva il grado d’oro di questa decorazione.

Un uomo ha tentato di dare fuoco alla sinagoga di Rouen venerdì 17 maggio 2024. È stato ucciso da un agente di polizia. (©TR/76-.fr)

“Mi è sembrato importante illustrare gli agenti di polizia che ogni giorno sono a contatto con persone violente”, ha ricordato il ministro. “a Rouen, i bastioni dello stato sono forti, e i volti che li incarnano spesso indossano un’uniforme. »

Video: attualmente su -

Anche Gérald Darmanin ha avuto una parola per ricordarci che “gli ebrei di Francia saranno protetti ovunque, come i musulmani e i cristiani. Abbiamo il diritto di essere felici quando siamo ebrei in Francia. Il giorno in cui ci rifiuteremo di combattere l’antisemitismo, la Francia non sarà più la Francia. »

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

NEXT ecco come osservarli e fotografarli in Francia (cielo permettendo)