Il Consiglio federale vuole investire 16 miliardi per le ferrovie

Il Consiglio federale vuole investire 16 miliardi per le ferrovie
Il Consiglio federale vuole investire 16 miliardi per le ferrovie
-

Il Consiglio federale vuole investire 16 miliardi per le ferrovie

Pubblicato oggi alle 14:00

Tra il 2025 e il 2028 la Confederazione dovrebbe investire 16,4 miliardi di franchi nell’infrastruttura ferroviaria, ovvero circa due miliardi in più rispetto al periodo attuale. Mercoledì il Consiglio federale ha inviato il suo messaggio al Parlamento.

La dotazione supera anche quella proposta in consultazione di 1,3 miliardi. Questo aumento permette non solo di compensare l’aumento dei prezzi, ma anche di fornire più risorse alle ferrovie, indica il governo in un comunicato stampa. Queste risorse aggiuntive verranno utilizzate in particolare per realizzare progetti già pronti per essere realizzati al fine di favorire l’accessibilità per le persone con disabilità.

Infrastrutture invecchiate

Più in generale, il pacchetto fornirà alle ferrovie i mezzi necessari per rinnovare le loro infrastrutture obsolete. Potranno mantenere la qualità della rete ferroviaria, modernizzarla se necessario e adattarla allo stato attuale della tecnologia. L’importo finanzierà anche i cosiddetti compiti sistemici, ad esempio nel settore dell’informazione ai clienti o della corrente di trazione.

Oltre alle condizioni finanziarie, la Confederazione fissa gli obiettivi. Si aspetta che le ferrovie garantiscano la sicurezza della rete ferroviaria e il rendimento dell’infrastruttura. La loro missione è anche garantire un utilizzo ottimale della capacità, garantire il mantenimento del valore a lungo termine e garantire un’elevata produttività.

Il Consiglio federale informa inoltre che, nel complesso, l’infrastruttura ferroviaria è in condizioni da sufficienti a buone con traffico intenso. Le spese federali per il suo funzionamento e il mantenimento della sua qualità sono interamente finanziate dal fondo federale per l’infrastruttura ferroviaria.

Credito d’impegno di 185 milioni

Per il periodo 2025-2028 il Governo richiede inoltre un credito d’impegno di 185 milioni di franchi per contributi agli investimenti in impianti di smistamento e trasbordo privati. E per citare terminal o tratte di collegamento.

Ciò comporta la proroga di un anno dell’attuale credito quadro. I progetti importanti previsti al momento della creazione del credito quadro, ma che sono rimasti in ritardo, continueranno ad essere coperti dal credito attuale.

Il Consiglio federale intende quindi continuare a incentivare il trasporto merci su rotaia e il trasferimento del trasporto merci transalpino. Il finanziamento è assicurato dalle risorse stanziate obbligatoriamente provenienti dall’imposta sugli oli minerali utilizzati come combustibili e da altre risorse stanziate.

Notiziario

“Ultime notizie”

Vuoi restare aggiornato sulle novità? “24 Heures” ti propone due appuntamenti al giorno, direttamente nella tua casella di posta elettronica. Per non perderti nulla di ciò che accade nel tuo Cantone, in Svizzera o nel mondo.Per accedere

ATS

Hai trovato un errore? Segnalacelo.

1 Commento

-

PREV SENEGAL-PRESSE-REVUE / Fallimenti nella governance del settore della pesca sotto il microscopio dei giornali – Agenzia di stampa senegalese
NEXT “Dato l’orrore sulle facciate di Bruxelles, dobbiamo fermare il massacro”