Recensione Asus ROG Falchion RX Low Profile: una tastiera quasi perfetta al 65%, in parole povere

-

Offerto solo in bianco, l’Asus ROG Falchion RX Low Profile lascia logicamente fuori il tastierino numerico e alcuni tasti. Per compensare, i tasti mancanti e molte scorciatoie sono accessibili grazie ad una combinazione con un classico tasto Fn. Le funzioni secondarie sono piacevolmente esposte sul bordo inferiore dei cappucci. Molto riusciti anche la serigrafia “futuristica” e l’efficiente ed attenta retroilluminazione, che perdona l’utilizzo di ABS e non PBT per la plastica dei cappucci di questa tastiera di fascia alta.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

La parte superiore della tastiera è tanto pratica quanto estetica.

© Les Numeriques

Più in generale, la qualità della realizzazione e delle finiture dell’insieme, in particolare del telaio in cui plastica e metallo si mescolano, colpisce fin dai primi minuti di utilizzo. A dirla tutta, forse avremmo apprezzato una finitura in plastica leggermente più premium sotto la tastiera, ma tutti i punti visibili durante l’uso trasmettono solidità, in particolare i bordi metallici.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Asus fornisce un adattatore USB se necessario.

© Les Numeriques

Ricorda più una tastiera da ufficio che giocatore, questa tastiera con un layout al 65% in una cornice al 60% misura in realtà solo 306 x 110 x 26 mm e pesa circa 600 g. Questo peso un po’ elevato si spiega in particolare con la batteria integrata, che permette alla tastiera di brillare in termini di autonomia. Asus annuncia 430 ore di autonomia utilizzando la connessione wireless.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Chi dice formato ridotto dice poche chiavi.

© Les Numeriques

In pratica, con l’utilizzo quotidiano e la retroilluminazione di default (50%), non abbiamo avuto bisogno di ricaricare la tastiera per tutta la durata del nostro test (poco meno di due settimane). Un risultato molto bello, ma attenzione, la ricarica è molto lenta.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

I pattini sono discreti, ma efficaci nel prevenire lo scivolamento.

© Les Numeriques

Queste solide prestazioni sono ottenute nonostante la presenza nella parte superiore della tastiera di un’area illuminata che mostra lo slogan Asus Republic of Gamers. Esteticamente, mostra anche lo stato del blocco maiuscole e, soprattutto, la modalità di uno degli argomenti principali del prodotto: la touch bar.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

La zona touch è un vero vantaggio su questa tastiera compatta.

© Les Numeriques

Presente sul bordo posteriore sinistro, questo compensa l’assenza di una rotella sulla tastiera. Un pulsante accanto commuta tra tre modalità principali: volume, controllo multimediale e luminosità. Facendo scorrere il dito verso sinistra o verso destra o toccando due volte la barra è facile giocare con questi controlli e far reagire l’area sopra la tastiera. Efficiente, intelligente e visivamente accattivante.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Questo logo è l’unico elemento senza pretese della tastiera.

© Les Numeriques

Finiamo con il bordo posteriore. È presente uno slot magnetico per riporre il dongle wireless, una porta USB-C per la ricarica o l’uso cablato, un pulsante Windows/macOS e un interruttore per alternare le modalità di connessione. Infatti, l’Asus ROG Falchion RX Low Profile abbraccia la classica tripla connettività del 2024: wireless a 2,4 GHz tramite dongle USB (ROG Omni con un mouse compatibile), Bluetooth 5.1 (fino a tre dispositivi contemporaneamente) e USB.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Nessun pass-through USB, ma fa bene alla batteria.

© Les Numeriques

Per completare la sua proposta, il produttore ha avuto la buona idea di disporre di piedini su due livelli per inclinare la tastiera a piacimento del proprietario. Nessun poggiapolsi, però, ma una cover da posizionare sulla tastiera per proteggerla durante il trasporto. Questo avrebbe meritato un vero e proprio sistema di fissaggio (clip o magnetico), ma peccato.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Utile per tenere lontana la polvere, ma non molto di più.

© Les Numeriques

Voto dell'editore: 5 su 5

Colpito

Per il suo ROG Falchion RX Low Profile, Asus ha optato per interruttori ottici interni, offerti in rosso o blu. Abbiamo potuto testare i primi, quelli lineari, e il risultato è ottimo. Fortunatamente poiché sono saldati, quindi impossibili da sostituire. Grazie alla lubrificazione, agli strati insonorizzati e agli stabilizzatori, la digitazione è molto silenziosa senza dimenticare una perfetta reattività. La sensazione delle dita sui tasti è molto piacevole e la basso profilo sedotto. È impeccabile, sia per la scrittura che per la pratica dei videogiochi. Tuttavia, un piccolo strumento per rimuovere i tappi non sarebbe stato di troppo disturbo per la pulizia o la sostituzione.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Questa tastiera non solo sembra comoda, ma è anche comoda.

© Les Numeriques

Il caso della cassa dell’armeria

Appena pronto all’uso, ROG Falchion RX Low Profile può essere utilizzato così com’è con le sue scorciatoie e impostazioni di base. Asus vi invita comunque ad installare il suo software Armory Crate per sfruttarlo appieno. Sfortunatamente, nonostante i feedback negativi dei giocatori per mesi, l’applicazione è ancora macchinosa, perfino piena di bug. Durante questo test è impossibile aprire la finestra Aura Creator per accedere, ad esempio, alla retroilluminazione avanzata.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Regolazione dell’area tattile in Armory Crate.

© Screenshot Les Numeriques

Quasi impeccabile dal lato hardware merita di meglio di quello dal lato software. Fortunatamente è possibile regolare (anche se a volte in modo doloroso) gli elementi essenziali, come i profili, una quarta funzione personalizzata per la zona touch, la gestione energetica o anche gli effetti di illuminazione di base.

type="image/webp">> type="image/webp">> type="image/webp">>>>>>>>

Impostazioni della retroilluminazione in Armory Crate.

© Screenshot Les Numeriques

Punti forti

  • Digitazione silenziosa e molto confortevole.

  • Finitura impeccabile.

  • Zona di tocco amichevole.

  • Autonomia solida.

  • Versatile e generoso.

Punti deboli

  • Cassa dell’Armeria lontana dagli standard attuali.

  • Chiavi in ​​ABS.

  • La cache merita un sistema di fissaggio.

Conclusione

5 stelle di LesNumériques.com
Marchio globale
Voto dell'editore: 5 su 5

Come funziona la valutazione?

È quasi impeccabile per il ROG Falchion RX Low Profile. Ad eccezione del penoso software Armoury Crate, fortunatamente dimenticabile una volta effettuate le giuste impostazioni, Asus offre una copia estremamente attenta. Questa è senza dubbio una delle migliori tastiere per giocatore in questo formato condensato e la scelta di basso profilo rende difficile il ritorno ad una tastiera classica. Generoso e molto ben progettato, questo prodotto ci ha conquistato.

Sottonote
  • Ergonomia
    Voto dell'editore: 5 su 5
  • Colpito
    Voto dell'editore: 5 su 5

-

PREV Francia: l’Interpol emette un avviso rosso per un detenuto evaso
NEXT Attacco a un furgone carcerario in Francia: l’Interpol emette un “avviso rosso” per il latitante, cosa implica?