ATP Roma | Rafael Nadal supera il sorprendente Zizou Bergs al primo turno (4-6, 6-3, 6-4)

-

Nadal vince un primo incontro per la sua ultima apparizione a Roma! Contro il belga Zizou Bergs che nel primo turno ha tentato coraggiosamente la fortuna, lo spagnolo ha dovuto lottare per quasi 3 ore. Alternando sequenze di gioco di livello interessante e colpevoli cali di velocità, Nadal ha lasciato che l’avversario ribaltasse il primo set prima di mantenere il vantaggio fino alla fine nei due successivi (4-6, 6-3, 6-4). Al secondo turno lo attende Hubert Hurkacz.

Finale feroce del 2° set: Nadal mette in fuorigioco Bergs e scatena il pubblico

Una partita a corrente alternata

Per la sua 19esima e ultima partecipazione al Roman Masters 1000, Rafael Nadal è venuto in queste terre che lo hanno incoronato 10 volte con ancora molte domande nel suo bagaglio. Dopo un incoraggiante addio a Madrid, è venuto a misurare la temperatura del suo livello al Foro Italico prima, spera, di una finale del Roland-Garros.

type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/png"> type="image/png"> type="image/png">>>>>>>

Nadal, una macchina per distruggere: l’ammortizzazione che ha fatto crollare Bergs

Per iniziare la sua ricerca di benchmark, il suo primo test è stato uno sorprendente Zizou Bergs. Il belga, uscito dalle qualificazioni e a 24 anni è 108esimo al mondo, ha offerto un’opposizione più che encomiabile allo spagnolo, lanciandosi su ogni pallone sfruttabile per attaccarlo. E giovedì pomeriggio ci sono stati parecchi proiettili sfruttabili.

Perché Nadal è ancora a corrente alternata, questa è la prima lezione di questo girone d’andata. Dopo un inizio strepitoso e una pausa rapidamente riuscita, l’ormai 305esimo al mondo ha perso la sua intensità e il suo tennis, moltiplicando gli errori e le scelte sbagliate. In vantaggio per 3-1, ha accumulato 16 errori non forzati nel primo set, per 3 magri tiri vincenti, perdendo logicamente 6-4.

type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/png"> type="image/png"> type="image/png">immagine>>>>>>

Improbabile! Quando Bergs interviene con entrambi i piedi per contrastare Nadal

Una grande prova nel prossimo turno

La preoccupazione si è quindi diffusa nella corte centrale romana. All’inizio del secondo set, durante un’interruzione per disagio in tribuna, Nadal ha parlato a lungo con Carlos Moya nel suo box, con aria pensierosa. Prima di riprendere la marcia in avanti, rilasciando ancora una volta le sue schiaffi di dritto e i suoi “vamos” rabbiosi per rifare l’entry gap, e questa volta resistere fino alla fine. Non senza soffrire contro un Bergs orecchiabile, che non è riuscito a sfruttare le sue opportunità per il break.

Nell’ultimo turno il livello è salito insieme alla tensione, regalando al pubblico largamente impegnato nella causa iberica punti spettacolari. Come in ogni set, Nadal è riuscito a staccare velocemente, prima che ci fossero occasioni per allargare definitivamente il divario. Ma Bergs ha resistito, poi ha avuto tre opportunità per pareggiare in un servizio scadente di Nadal. L’occasione ideale per lo spagnolo per dimostrare di saper sempre alzare la voce nei momenti chiave. Il mancino ha resistito e ha portato il suo vantaggio fino al traguardo.

type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/webp"> type="image/png"> type="image/png"> type="image/png">immagine>>>>>>

Caduta e rotolamento: punto pazzesco di Nadal in avvio di 3° set

Ora è il polacco Hubert Hurkacz, 9° al mondo, a ostacolare Nadal. Un percorso la cui meta non sarà Roma, una semplice tappa questa volta. Ma nella città eterna vuole dimostrare a se stesso che potrà restare lì per un’ultima estate.

-

PREV Dopo un lungo fine settimana soleggiato, il tempo peggiorerà presto su tutta la Francia
NEXT Dovresti lasciare il telefono davanti alla porta della scuola? Un esperimento lanciato a settembre