Mostra: il lavoro di Lamiaa Nhari investe Dar Sanaâ de Tetouan

-

La pittrice Lamiaa Nhari ha scelto il tema “Fili e dita” per la sua mostra personale che si terrà fino al 18 maggio 2024 presso la Galleria Bertucci della Scuola Nazionale dei Mestieri e delle Arti “Dar Sanaâ” a Tetouan. Organizzata dalla Direzione Regionale della Cultura di Tetouan, questa mostra, inaugurata il 25 aprile 2024, fa parte del Mese del Patrimonio.

Durante questo evento culturale, Lamiaa Nhari presenta una trentina di opere in cui il caftano si mescola con altri elementi del patrimonio immateriale marocchino come i gioielli, gli ornamenti, il tessitore, la T’bourida e l’equitazione. Attraverso le sue creazioni, l’artista visiva evidenzia la ricchezza e la diversità del patrimonio marocchino rappresentando il caftano da diverse angolazioni e stili artistici.
I visitatori hanno l’opportunità di ammirare e apprezzare la creatività e il talento di questa artista ispirata, che è attivamente coinvolta nella preservazione del patrimonio culturale e tradizionale del Marocco attraverso la sua arte. Offre una prospettiva unica interpretando con sensibilità il patrimonio immateriale, evidenziando il caftano marocchino e le sue tecniche artigianali, collegandolo ad altri elementi del patrimonio come la “Tbourida”, i gioielli tradizionali, le porte delle città antiche e lo zellige di Fez.
La diversità culturale traspare anche nelle creazioni di Lamiaa Nhari, che dimostrano tutta la ricchezza della cultura marocchina attraverso la moda e la decorazione. Le sue opere ci trasportano nel suo universo colorato, intessuto di fili, tessuti e ricami, reminiscenza del suo ambiente familiare e della sua memoria d’infanzia. Crea pezzi unici, combinando know-how tradizionale e modernità, traendo ispirazione da motivi ancestrali rivisitati con audacia e creatività. . Le sue collezioni, esposte in rinomate gallerie d’arte di tutto il mondo, hanno riscosso un grande successo tra collezionisti e amanti dell’arte.
Il suo impegno per la conservazione del patrimonio immateriale si riflette in azioni concrete come la collaborazione con artigiani locali per promuovere il loro know-how e perpetuare tecniche ancestrali minacciate di scomparsa.
Inoltre, Lamiaa Nhari organizza regolarmente mostre e laboratori interattivi per sensibilizzare il pubblico sull’importanza di salvaguardare il patrimonio culturale del Marocco e incoraggiare le generazioni più giovani ad appropriarsi e valorizzare questo prezioso patrimonio.
La sua passione per l’arte, la sua creatività sconfinata e il suo impegno fanno di lei un’artista essenziale nel panorama artistico marocchino, contribuendo così all’arricchimento e alla trasmissione di un patrimonio culturale unico e prezioso. È un lavoro che suscita ammirazione e nutre gli animi degli amanti dell’arte di tutto il mondo. Lamiaa è riuscita a fondere brillantemente tradizione e modernità, proponendo opere uniche che raccontano la storia e la ricchezza culturale del Marocco in modo decisamente contemporaneo.
Va detto che Lamiaa Nhari non è solo un’artista di talento, ma anche una vera ambasciatrice della cultura marocchina. Ha ricevuto numerosi premi prestigiosi per il suo impegno nella conservazione del know-how tradizionale in via di estinzione.
Il suo lavoro è una vibrante testimonianza dell’importanza di preservare e celebrare le nostre radici culturali, per trasmetterle alle generazioni future. Solo Lamiaa Nhari incarna la vitalità e la creatività della scena artistica marocchina, invitandoci a esplorare e apprezzare la bellezza e la profondità del nostro patrimonio comune.

Ayoub Akil

-

PREV Di fronte a Benjamin Netanyahu, Joe Biden decide di attivare la leva delle consegne di armi
NEXT “Banda di idioti ignoranti”, Élie Semoun perde la pazienza sui social contro gli studenti di Sciences Po