Pallamano-Giornata di commemorazione dei dispersi: la Federazione senegalese ha reso omaggio ai suoi morti

-

XALIMANEWS-Questo sabato, 4 maggio 2024, la Commissione Sociale della Federazione Senegalese di Pallamano ha organizzato una giornata commemorativa dedicata a coloro che sono morti nella disciplina. Sono state organizzate sessioni di preghiera e partite di gala.

Questo sabato, 4 maggio 2024, la Commissione Sociale della Federazione Senegalese di Pallamano ha organizzato una giornata commemorativa in memoria di coloro che sono morti nella disciplina, con cerimonie religiose e sportive.

L’evento è iniziato con incontri spirituali. Mentre nella chiesa di San Giuseppe a Cluny e nella cattedrale di Notre Dame a Dakar si sono svolte le preghiere per i defunti della fede cristiana, allo stesso tempo il giardino pubblico Rufisque ha ospitato in mattinata una cerimonia scandita dalla recita del Corano per i defunti I musulmani della pallamano. Alla presenza di eminenti membri dell’ufficio federale, tra cui Demba Baldé, presidente anche della Lega pallamano Dakar, i vicepresidenti, Nafi Leila presidente della Commissione Marketing, Aissa Sy responsabile dello sviluppo della pallamano femminile, Ndeye Diène presidente della la Commissione sociale, suo marito Ndiaga Dieye Faye ex nazionale, Cherif Tall allenatore della nazionale femminile U17, Marody Diagne segretario generale della FSHB, le famiglie dei dispersi, questa lettura coranica è stata un momento di meditazione e riflessione.

Nel pomeriggio, dopo la pausa pranzo, sempre nel giardino pubblico del Rufisque, la giornata commemorativa è proseguita con due partite di gala tra le prime due squadre del momento, nel campionato Elite Maschile e in quello Femminile. Incontri vinti dalla Disso contro la Golf (17-16) tra le Donne e dall’ASFA davanti alla DUC (27-25) tra gli Uomini. Due shock disputati all’insegna della competizione e del fair play, sotto lo sguardo attento del presidente della FSHB, Seydou Diouf, nonché dei membri dell’ufficio federale e di altri ospiti illustri, tra cui ex nazionali, i coniugi e i genitori di lo scomparso. Al termine della cerimonia, il capo dell’organo direttivo della pallamano senegalese ha espresso la sua soddisfazione, ha ringraziato gli organizzatori e i partecipanti e ha promesso di più per la prossima edizione. “Grazie a tutte le squadre presenti. Questa è una prima edizione e se piacerà a Dio la rinnoveremo, sperando che la prossima sia più grande. Congratulazioni all’équipe (la Commissione Sociale della Federazione promotrice dell’evento), congratulazioni alle famiglie dei defunti intervenute perché è ai loro cari che rendiamo omaggio. Questo è lo spirito della pallamano, sei un giocatore di pallamano una volta e lo sarai sempre. Anche se non ci siamo più, la pallamano ha il dovere di ricordare tutti coloro che l’hanno costruita, chi l’ha fatta e chi non è più con noi. » Dimostrato Seydou Diouf.

-

PREV Fatti vari – Giustizia – Mariani, Guazzelli, Michelosi… la banda della Brezza Marina, una storia di clan e famiglie
NEXT Il conduttore Bernard Pivot muore a 89 anni