Francia: 2 uomini ricercati dopo 3 omicidi in meno di 48 ore

Francia: 2 uomini ricercati dopo 3 omicidi in meno di 48 ore
Francia: 2 uomini ricercati dopo 3 omicidi in meno di 48 ore
-

Gli autori della sparatoria in cui sono stati uccisi due uomini domenica in una città di Seine-Saint-Denis, un dipartimento povero a est di Parigi, erano ancora ricercati lunedì mattina, ha appreso l’AFP da una fonte della polizia. Poco dopo le 18, due uomini sono arrivati ​​nella piazza situata nei pressi di un centro culturale, nel cuore di un complesso residenziale nella località di Sevran. Uno di loro, armato di pistola, ha sparato più volte alle due vittime, secondo le informazioni trasmesse dalla stessa fonte.

I due uomini coinvolti nella sparatoria sono fuggiti a piedi, lasciando vicino alle vittime un caricatore di armi automatiche e 18 bossoli, aggiunge questa fonte della polizia. Morto prima ancora che arrivassero i soccorsi, uno dei due uomini è stato colpito alla testa. Sei proiettili hanno colpito la seconda vittima, che è morta nonostante l’intervento dei vigili del fuoco, ha detto all’AFP una seconda fonte della polizia.

Le vittime avevano 35 e 31 anni, secondo il capo della polizia di Parigi Laurent Nuñez, ed erano note per violenza e traffico di droga, ha detto all’AFP una fonte della polizia.

Questo duplice omicidio è avvenuto meno di 48 ore dopo una sparatoria che aveva causato un morto e diversi feriti nella stessa città di Seine-Saint-Denis, fatti attribuiti dalle autorità ad un reato legato al traffico di droga. Nella notte tra venerdì e sabato, un uomo di 28 anni è stato ucciso e altri quattro feriti durante una sparatoria nella città di Beaudottes, quartiere emblematico di questa cittadina di 52.000 abitanti situata a 25 km a nord-est di Parigi. Più tardi nella notte sono comparse all’ospedale anche altre tre ferite da arma da fuoco, una delle quali è uscita prima di essere esaminata.

Dopo Marsiglia, la seconda città più grande della Francia, Sevran è stata oggetto il 25 marzo di un’operazione antidroga “Place Net XXL”, con l’obiettivo di fermare i traffici. In questa città, il punto di scambio di Rougemont è stato “sradicato”, ha detto sabato la questura.

“Evidentemente siamo consapevoli che quando lo facciamo destabilizziamo il traffico, creiamo avidità e talvolta ci sono scontri (…) per riconquistare territori”, ha detto domenica Laurent Nuñez. “Ma continueremo comunque”, ha aggiunto. “Ci sono ancora molte battaglie da vincere”, ma la lotta contro il traffico di droga è una “guerra lungi dall’essere persa”, ha detto il prefetto della polizia di Parigi.

Tra gennaio e novembre 2023, in Francia sono stati registrati 315 omicidi o tentati omicidi legati al traffico di droga nelle zone di polizia, con un aumento del 57% in un anno, secondo la polizia nazionale.

-

PREV guardare indietro a 10 anni di singhiozzo
NEXT Un altro vantaggio per gli inibitori SGLT2? Prevenzione della litiasi renale nel diabete di tipo 2