Vladimir Putin ordina esercitazioni nucleari in risposta alle “minacce” occidentali

-

“Durante l’esercitazione, saranno adottate una serie di misure per addestrare alla preparazione e all’uso di armi nucleari non strategiche”, ha affermato il ministero in una nota.

video

Ha aggiunto che la misura è stata presa “su istruzioni del comandante in capo supremo delle forze armate della Federazione Russa”, Vladimir Putin.

Questa formazione mira a “mantenere la prontezza” dell’esercito a proteggere il Paese, “in risposta alle dichiarazioni provocatorie e alle minacce rivolte contro la Russia da alcuni funzionari occidentali”, ha aggiunto il ministero.

Ciò coinvolgerà l’aeronautica, la marina e le forze del distretto militare meridionale, che ha sede molto vicino all’Ucraina e copre in particolare le regioni ucraine che Mosca afferma di annettere.

Vladimir Putin si rivolge ai russi e all’Occidente parlando di “rischio reale di conflitto nucleare”: “Abbiamo anche armi capaci di colpire obiettivi sul vostro territorio”

La data e il luogo di questi esercizi non sono stati specificati.

Nell’ottobre 2023, la Russia ha annunciato che Vladimir Putin aveva supervisionato il lancio di missili balistici durante manovre militari volte a simulare un “massiccio attacco nucleare” in risposta a Mosca.

Durante queste esercitazioni, un missile balistico intercontinentale Iars è stato lanciato dal cosmodromo di Plesetsk, nel nord della Russia, e un altro missile balistico Sineva da un sottomarino nel Mare di Barents.

La loro decisione è stata resa pubblica lo stesso giorno in cui la camera alta del Parlamento russo, il Consiglio della Federazione, ha approvato la revoca della ratifica del Trattato sulla messa al bando degli esperimenti nucleari (CTBT).

Dall’inizio del conflitto in Ucraina nel febbraio 2022, il presidente ha criticato apertamente il possibile utilizzo delle armi nucleari.

La Russia ha schierato armi nucleari tattiche in Bielorussia, il suo più stretto alleato e vicino dell’Unione Europea, nell’estate del 2023.

La dottrina nucleare russa prevede un uso “strettamente difensivo” delle armi atomiche, in caso di attacco alla Russia con armi di distruzione di massa o in caso di aggressione con armi convenzionali “minacciando l’esistenza stessa dello Stato”.

Questa formazione mira a “mantenere la preparazione” dell’esercito, a seguito di “dichiarazioni provocatorie e minacce di alcuni funzionari occidentali contro la Russia”, ha aggiunto.

-

PREV Riunione della Wanda Diamond League a Marrakech: Habz torna a scuola
NEXT Pronostico PREZZO ALLIANZ gratuito – GEMEINSAM STARK RENNEN – …