La partenza di Newey non preannuncia l’implosione della Red Bull

La partenza di Newey non preannuncia l’implosione della Red Bull
La partenza di Newey non preannuncia l’implosione della Red Bull
-

All’inizio di questa settimana, la Red Bull ha confermato che il suo maestro del design, Adrian Newey, avrebbe lasciato il team dopo 19 anni di servizio, che lo hanno visto vincere sette titoli piloti e sei costruttori. Si dice che Newey sia scontento dei giochi di potere politico in corso dietro le quinte della Red Bull che devono ancora essere risolti.

Alla domanda se la partenza improvvisa di Newey nel mezzo dei tumulti all’interno della squadra fosse un segno dell’implosione della Red Bull, Fernando Alonso ha risposto: “Non penso che sia così. “È ovvio che dominano lo sport dal 2021 e quando succede qualcosa al di fuori del fine settimana di gara, escono molte informazioni su questa squadra.”

“Sono quelli che tutti vogliono battere e tutti vogliono sconvolgerli in modo da assicurarsi che siano in grado di batterli in pista. Se se ne va un direttore tecnico o un progettista di un’altra squadra, farà un po’ meno rumore che se succedesse nella squadra vincente.

type="image/webp"> type="image/jpeg">>>

Fernando Alonso sogna di lavorare con Adrian Newey, un privilegio oggi per i piloti della Red Bull Max Verstappen e Sergio Pérez.

Foto: Andy Hone / Immagini di sport motoristici

Il proprietario dell’Aston Martin, Lawrence Stroll, è noto per essere interessato ai servizi di Newey dopo avergli fatto un’offerta verbale per unirsi al team di Silverstone, ma il tecnico britannico, 65 anni, è stato molto più fortemente legato all’arrivo alla Ferrari.

Alonso afferma che lui “ho sempre voluto lavorare” con Newey e ritiene che essere attivi contemporaneamente al designer sia di per sé un privilegio, indipendentemente dal fatto che avvenga o meno una collaborazione.

“Ho sempre desiderato lavorare con lui, una volta nella vita” disse lo spagnolo. “Lo rispetto molto. Lo considero probabilmente il miglior progettista di Formula 1 di tutti i tempi, una leggenda di questo sport, e mi sento un po’ privilegiato a guidare al suo fianco nel paddock e ovviamente come concorrente.”

“Siamo molto contenti del nostro reparto tecnico. Ovviamente Adrian è uno dei migliori, ma deve adattarsi a una squadra. È più una decisione di Lawrence e, in definitiva, una decisione di Adrian. Non sappiamo nemmeno se vuole ritirarsi dalla Formula 1 e abbiamo approcci diversi per il futuro, quindi è più una questione per lui.”

Newey lascerà l’organizzazione Red Bull nel marzo 2025 dopo aver negoziato un’uscita anticipata. Fino ad allora, continuerà a lavorare per l’azienda di Milton Keynes e la sua Hypercar RB17, ma non sarà più coinvolto attivamente nei suoi sviluppi tecnici o nei futuri progetti automobilistici.

-

PREV quattro regioni d’oltremare chiedono il ritiro della riforma elettorale
NEXT Polemica – Elon Musk si pronuncia contro il “telelavoro” o il lavoro da casa