la lista del Raduno Nazionale dà il primo posto ai candidati controversi

-
>>

Al termine dell’incontro di Marine Le Pen e Jordan Bardella, a Perpignan, il 1 maggio 2024. CYRIL BITTON/DIVERGENZA PER “THE WORLD”

Un grande rinnovamento, qualche cambio negli eletti regionali, reclute dalla società civile e nessuna guerra politica: lo rivela Giordano Bardella, giovedì 1ehm Maggio, la sua lista per le elezioni europee del 9 giugno, dove i sondaggi prevedono una delega imponente. Solo sette deputati uscenti del Raggruppamento Nazionale (RN) sembrano avere la certezza di tornare al Parlamento europeo, al termine di un mandato particolarmente discreto per i ventitré eletti nel 2019. Tra i rinnovati, Thierry Mariani, i cui lusinghieri 9e Questo luogo sottolinea quanto la sua esperienza politica valga l’assoluzione dalle sue posizioni vicine a quelle del Cremlino o del dittatore azero Ilham Aliev.

O un altro “osservatore” di un referendum su Vladimir Putin nel 2021 (“Un evento storico per i russi”ha giudicato), Virginie Joron (16e sulla lista). Con esso, l’estrema destra fa un forte cenno ai circoli complottisti e scettici sui vaccini, di cui ha assiduamente trasmesso i sospetti durante il suo mandato, diventando una figura controversa al Parlamento europeo.

Leggi anche il sondaggio | Articolo riservato ai nostri abbonati Al Parlamento Europeo, l’inerzia del Raggruppamento Nazionale

Aggiungi alle tue selezioni

Con una trentina di funzionari eletti, Jordan Bardella aveva qualcosa per accontentare tutti. C’è chi rimarrà deluso, come il primo protettore di Jordan Bardella alla RN, Jean-Lin Lacapelle (non sulla lista), i vicini di Marine Le Pen André Rougé e France Jamet, deputati europei uscenti rispettivamente 31e e 30e lista, o portavoce del partito Andrea Kotarac (35e). Al contrario, i nomi poco conosciuti del partito scopriranno quasi sicuramente il Parlamento europeo: sono stati scelti per la loro presenza locale, nel Nord, nella Saône-et-Loire, nella Gironda, nella Riunione o nella Guadalupa.

La lista permette anche di garantire una generosa remunerazione, al netto delle tasse, a personalità di secondo piano del partito sconfitto alle elezioni legislative, o dirigenti come Gilles Pennelle, direttore generale della RN con un background molto radicale, e Julien Sanchez, che dovrebbe quindi lasciare il municipio di Beaucaire conquistato nel 2014, come ha annunciato in una lettera ai suoi elettori.

Leggi anche | Articolo riservato ai nostri abbonati Jordan Bardella, l’invisibile del Parlamento Europeo

Aggiungi alle tue selezioni

Le personalità esterne devono, quasi interamente, la loro presenza a Marine Le Pen. Il segno di Jordan Bardella nella lista non emerge in modo drammatico. Tra i suoi pochi amici intimi, il giovane presidente della RN ha garantito un buon posto a Mathilde Androuët, deputata uscente, ma il suo consigliere Pierre-Romain Thionnet, presidente del movimento giovanile del partito, appare solo al 23° posto. Gaëtan Dussausaye, un altro suo collaboratore, è nel mezzo, al 29esimo posto.

Ti resta il 70,49% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

-

PREV Vettel renderà omaggio a Senna al volante di una McLaren a Imola
NEXT Pronostico gratuito del PRIX DU PRESIDENT VERIGNON (“PRIX JOURNAL “PARISTURF”)