“Jordan sei morto”, “Marine la p***”: un pezzo rap anti-RN crea polemiche

“Jordan sei morto”, “Marine la p***”: un pezzo rap anti-RN crea polemiche
“Jordan sei morto”, “Marine la p***”: un pezzo rap anti-RN crea polemiche
-

“Abiezione”, “tossico”: Marine Le Pen e Jordan Bardella hanno denunciato martedì sui loro social network “No pasarán”, una canzone di un collettivo di rapper contrari all’ascesa dell’estrema destra alle elezioni legislative.

Marine Le Pen e Jordan Bardella sono stati nominati in un clip rap (archivio).

CHIAVE DI PIETRA

“Le famose + incisive battute +: appelli all’omicidio, misoginia violenta, antisemitismo grossolano e cospirazione”, scrive Jordan Bardella, presidente della RN, sopra gli screenshot degli slogan di “No pasarán”, come “Jordan, tu’ re morta” o anche “Un colpo di bastone su queste cagne in calore”.

“L’universo mentale dell’estrema sinistra è sempre più tossico. E i media che perdonano tutto ciò hanno perso ogni decenza…”, continua.

“Il nuovo fronte popolare. È auspicabile, no? Spero che l’accusa si faccia carico di questa abiezione”, scrive Marine Le Pen, presidente del gruppo RN all’Assemblea nazionale, riprendendo altre formule (“Fanculo la RN”, “La France Siamo noi, non quei bastardi. “

Il ricavato è devoluto alla Fondazione Abbé Pierre

Il titolo “No pasarán”, così come il clip, sono stati pubblicati online da un collettivo di una decina di rapper, tra cui Fianso e Akhenaton.

Riuniti sotto la guida del produttore e compositore Djamel Fezari aka DJ Kore, e del direttore artistico Ramdane Touhami, gli artisti (Mac Tyer, Seth Gueko, Zola e Soso Maness…) hanno iniziato a produrre questo pezzo di circa dieci minuti il ​​giorno dopo le elezioni europee, dove il Raggruppamento Nazionale è finito in testa.

“La situazione è grave. Quando apprenderemo che il primo partito dei giovani è la RN, se non reagissimo, sarebbe un grave errore da parte nostra (…) è il nostro modo di tirare”, dichiara Ramdane Touhami all’AFP a proposito della singolo chiamato in riferimento allo slogan spagnolo contro il regime del generale Franco negli anni ’30.

I fondi generati dall’ascolto della canzone saranno devoluti alla Fondazione Abbé Pierre.

“È la nuova versione di + La gioventù fa incazzare il Fronte Nazionale +”, battuta finale di una canzone vecchia di 40 anni, firmata dal gruppo punk Bérurier Noir, sempre cantata nelle manifestazioni contro l’estrema destra, vuole credere Ramdane Touhami.

Nel 1997, diciassette artisti del rap francese, tra cui Akhenaton, firmarono “11:30 contro le leggi razziste”.

-

PREV Pierre Garnier colpito dalla morte a 31 anni di un suo collega, la sua pubblicazione terribilmente triste
NEXT L’unica intervista a Soraya, compagna di Kendji Girac: “Non è arrabbiata ma…”, svela un giornalista dietro le quinte