Kendji Girac: il cantante si è sparato “volontariamente”, l’inchiesta si è chiusa “nessuna ulteriore azione”

Kendji Girac: il cantante si è sparato “volontariamente”, l’inchiesta si è chiusa “nessuna ulteriore azione”
Kendji Girac: il cantante si è sparato “volontariamente”, l’inchiesta si è chiusa “nessuna ulteriore azione”
-

Di

Novità editoriali

pubblicato su

24 giugno 2024 alle 18:49

Vedi le mie notizie
Segui le notizie

È stata aperta un’indagine dopo l’omicidio di Kendji Girac avvenuto nella notte tra il 21 e il 22 aprile 2024. Secondo le ultime informazioni della procura di Mont-de-Marsan, questo lunedì 24 giugno 2024, l’omicidio è stato provocato deliberatamente dal cantante stesso.

Il cantante “è tornato alle sue prime dichiarazioni, indicando che, a causa del suo alcolismo e del suo consumo di cocaina, lui non era consapevole di quello che stava facendo con quest’arma e che non voleva esercitare pressioni sulla sua compagna”, ha spiegato in un comunicato stampa il pubblico ministero di Mont-de-Marsan Olivier Janson.

Indagine chiusa senza ulteriori provvedimenti

Tra le indagini aperte, tutte sono state chiuse senza ulteriori azioni, secondo il pubblico ministero di Mont-de-Marsan.

Lo riconosce anche la Procura “due reati colposi” commessi dal cantante: acquisizione E detenzione di arma di categoria Be uso illecito di sostanze stupefacenti.

“Il procedimento relativo ai reati contro la normativa sulle armi è stato chiuso senza ulteriori provvedimenti”, prosegue la Procura, che spiega che anche il procedimento “relativo all’uso di stupefacenti verrà chiuso entro sei mesi, fatto salvo il rispetto della sorveglianza sanitaria”.

Video: attualmente su -

Doveva pagare un “contributo cittadino”

Per giustificare tale clemenza, il pubblico ministero di Mont-de-Marsan ha precisato che il cantante “non ha precedenti penali e che ha potuto anche valutare la gravità di questi reati che hanno contribuito alle lesioni subite”.

In cambio del ritiro delle accuse penali, Kendji Girac ha pagato una somma ad un’associazione di sostegno alle vittime, ha inoltre affermato il pubblico ministero. L’artista 27enne ha dovuto inoltre fornire prova di cure sanitarie per sei mesi per ottenere la classificazione di tali procedure.

Suo compagnoanch’egli ascoltata, ha precisato “di non considerarsi vittima di violenza psicologica”, ha aggiunto, concludendo che il reato di violenza psicologica, “non sufficientemente caratterizzato”, era stato quindi classificato senza ulteriori provvedimenti.

Con l’AFP.

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon -.

-

NEXT Howard Jones si prende una pausa dalla Musician Mansion durante un anno impegnativo di nuovi progetti