“So come farlo”: Matt Pokora contrapposto ad Aya Nakamura si scatena

“So come farlo”: Matt Pokora contrapposto ad Aya Nakamura si scatena
“So come farlo”: Matt Pokora contrapposto ad Aya Nakamura si scatena
-

I Giochi Olimpici di Parigi si avvicinano rapidamente e sono costantemente oggetto di polemiche. Qualche mese fa, l’idea di vedere Aya Nakamura cantare Edith Piaf sul palco per questo evento speciale era stata menzionata da Emmanuel Macron. Abbastanza per far reagire gli internauti che hanno espresso la loro opinione, positiva o negativa che sia. Qualche giorno fa, Matt Pokora ha parlato in onda di BFMTV. Il cantante ha detto che gli sarebbe piaciuto essere contattato per esibirsi anche sul palco. Avrei voluto farlo, non mi è stato offerto!”, si lamentò. Un’opinione che ha poi spiegato, in tutta trasparenza.

Matt Pokora ha parlato dell’argomento, senza ironia. “Sono rinomato per essere forse il cantante più vicino al mondo dello sport, e sicuramente quello che da quindici, vent’anni dà le più grandi performance sul palco” ha dichiarato. Un discorso molto notevole che gli valse numerose critiche. Per molti utenti di Internet, Matt Pokora avrebbe avuto una grande testa. Avrebbe anche affermato, a modo suo, che Aya Nakamura non era legittimata a condurre uno spettacolo durante i Giochi Olimpici.

Matt Pokora: il principale interessato si difende pubblicamente

Di fronte alla portata della controversia che lo riguarda, Matt Pokora non ha avuto altra scelta che parlare pubblicamente. Sul suo account X, ex Twitter del 24 maggio, ha voluto tornare sui suoi commenti. Innanzitutto si è lamentato del fatto che la sua intervista sia stata tagliata, rimuovendo il momento in cui elogiava Aya Nakamura. “1 settimana ci sono state persone che hanno letto della mia dichiarazione e che si sono messe (ancora una volta a torto) in opposizione ad Aya”, iniziò. Arrabbiato contro gli utenti di Internet, il cantante continua: “Invece se lei si fosse preso la briga di guardare l’intervista in questione (allegata) comincerei col dire che è legittima, che ha il suo posto, che le fa bene, ecc..”

Matt Pokora ha fatto un chiarimento importante. Il cantante assicura che la sua intenzione non era quella di denigrare la presenza di Aya Nakamura. “POI mi viene chiesto se mi sarebbe piaciuto partecipare sapendo che sicuramente ci saranno diversi artisti. Il resto lo sai” si rammaricò. In totale trasparenza, Matt Pokora continua: “Non sto interrogando NESSUNO. Dico che mi sarebbe piaciuto essere lì, che questo tipo di spettacolo SO/POSSO fare. Per favore, smettila di fare continue opposizioni. Per concludere il suo messaggio, il principale interessato dichiara di essere un grande fan del cantante. “Aya la ascoltiamo a casa, non ho NIENTE contro di lei e il suo successo “, ha concluso Matt Pokora.

Aya Nakamura: una scelta inquietante e controversa

Non appena l’idea È stata menzionata Aya Nakamura che canta Edith Piaf alle Olimpiadi, gli utenti di Internet hanno immediatamente espresso la loro insoddisfazione. Vittima di messaggi d’odio, la giovane è stata sostenuta dal comitato dei Giochi. “Siamo rimasti molto scioccati dagli attacchi razzisti contro Aya Nakamura negli ultimi giorni. Sostegno totale all’artista francese più ascoltato nel mondo”, potremmo leggere. L’ex ministro dell’Istruzione, Amélie Oudéa-Castéra, da parte sua, ha dichiarato: “Non importa quanto ti amiamo, cara Aya Nakamura, non importa del mondo intero”. Stessa storia per il cantante Dadju. “Linci il più grande artista del paese con argomenti da quarta elementare…”si è lamentato.

-

NEXT Uno spettatore sporge denuncia contro Madonna per “pornografia”