“I commenti sull’influenza di Taylor Swift rivelano la polarizzazione della vita politica americana”

“I commenti sull’influenza di Taylor Swift rivelano la polarizzazione della vita politica americana”
“I commenti sull’influenza di Taylor Swift rivelano la polarizzazione della vita politica americana”
-

Dmilioni di album venduti. Quattordici Grammy Awards. Nominato personaggio dell’anno dal settimanale Tempo nel 2023. Un tour mondiale in venti paesi. Ammiratori designati con il suo stesso nome, il “Swifties”. Non c’è scampo a Taylor Swift.

Leggi anche il sondaggio (2023): Articolo riservato ai nostri abbonati La musica country, ospite a sorpresa della campagna presidenziale americana

Aggiungi alle tue selezioni

Dopo le sconcertanti ricadute economiche dei suoi concerti, ora è il suo ruolo politico a guidare le discussioni. Potrebbe attirare il suo pubblico se rivelasse il suo voto alle elezioni presidenziali di novembre. La cantante non ha ancora parlato di queste elezioni, ma ha già sostenuto pubblicamente il Partito Democratico nel 2018 e Joe Biden durante le elezioni del 2020. Questa posizione appare sempre paradossale per un’artista la cui carriera è iniziata nella musica country.

Diventata ormai una pop star, ha iniziato a staccarsi dal mondo country con il suo album Rosso nel 2012 ed è uscito con 1989, due anni dopo. Rimane comunque legato a questo genere. La sua giovinezza trascorsa a Nashville, Mecca della musica country, e il suo viaggio a New York sono diventati così il filo conduttore della sua ascesa nazionale e globale. Se le posizioni politiche di Taylor Swift risaltano, arrivando al punto di essere accusata di tradimento dalla destra, è perché il suo silenzio politico fino al 2018 e le sue radici nella musica country invitavano piuttosto la destra ad avvicinarla al conservatorismo storico di questo musical. genere.

Leggi anche la cronaca (2018) | Articolo riservato ai nostri abbonati “Taylor Swift si è lanciato nella lotta anti-Trump con una strategia degna di Machiavelli”

Aggiungi alle tue selezioni

Quando inondò il mercato musicale negli Stati Uniti negli anni ’20, il country fu immediatamente descritto come la musica della popolazione bianca e rurale del sud. Fino ad oggi, ciò ha effettivamente incoraggiato i conservatori a mobilitarsi per mobilitare il voto bianco, come fece il governatore segregazionista dell’Alabama, George Wallace, negli anni ’60 e ’70. Questo sfruttamento politico del paese spiega perché spesso associamo gli artisti e il loro pubblico conservatorismo e nazionalismo.

Devi sapere chi ascolta Taylor Swift

Ecco perché appare contraddittorio che Taylor Swift sostenga Joe Biden e tenga un discorso in difesa dei diritti delle minoranze razziali e sessuali e tutelando il diritto all’aborto. La musica country, tuttavia, è animata dalle stesse correnti che attraversano la società americana. Se ha la sua quota di artisti che si dichiarano conservatori, i musicisti della stessa generazione di Taylor Swift rivendicano posizioni simili sui diritti delle donne e delle minoranze.

Dagli anni ’90, quando l’industria country ha iniziato a rivolgersi a un pubblico più diversificato e nazionale, è tuttavia consuetudine che i musicisti country con un pubblico molto vasto non si schierino per il Partito Repubblicano o il Partito Democratico. Artisti famosi come Dolly Parton esprimono così opinioni contro il razzismo o addirittura l’omofobia, ma non si schierano per non alienare una parte fedele del loro pubblico.

Ti resta il 57,2% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

-

PREV Booba e La Fouine seppelliscono “ufficialmente” il loro scontro in un video divertente
NEXT Persone. Justin e Hailey Bieber annunciano che presto diventeranno genitori