tre abitanti delle Landes stanno preparando un giro d’Europa a bordo di una Peugeot 205

tre abitanti delle Landes stanno preparando un giro d’Europa a bordo di una Peugeot 205
tre abitanti delle Landes stanno preparando un giro d’Europa a bordo di una Peugeot 205
-

Ai margini del bosco, in una proprietà a Cachen, con il cofano e le portiere spalancate, un’auto viene esaminata da ogni angolazione. “Stiamo preparando questa Peugeot 205 da diversi mesi”, Place Yon Chapelle. Un’attenzione particolare per quella che permetterà a questo Landais, associato ai suoi due amici Marius Capelle e Lohan Jeannette, di realizzare l’Europ’raid, un rally lungo 8.000 chilometri e che attraverserà una ventina di paesi. Un’avventura “culturale e solidale allo stesso tempo”…

Ai margini del bosco, in una proprietà a Cachen, con il cofano e le portiere spalancate, un’auto viene esaminata da ogni angolazione. “Stiamo preparando questa Peugeot 205 da diversi mesi”, Place Yon Chapelle. Un’attenzione particolare per quella che permetterà a questo Landais, associato ai suoi due amici Marius Capelle e Lohan Jeannette, di realizzare l’Europ’raid, un rally lungo 8.000 chilometri e che attraverserà una ventina di paesi. Un’avventura “culturale e solidale allo stesso tempo”.

“Siamo giovani e abbiamo voglia di avventure”, sorride Marius, uno dei tre amici. Questo ti permetterà di scoprire altre cose, anche altre culture. » È passato un anno da quando hanno acquistato questa vettura vicino a Bayonne. “Ha 266.000 chilometri sul contachilometri. Ma con quello che faremo, sarà come nuovo e pronto per questo grande tour, dice Yon. Siamo quasi alla fine. Successivamente lo testeremo un po’ prima della grande partenza. »

Da diversi mesi i tre amici si incontrano nei fine settimana e lavorano instancabilmente per preparare questo raduno. “Torno da Tolosa quasi ogni sabato. Abbiamo del lavoro da fare. Molte cose sono già state realizzate, ma c’è ancora molto da fare”, afferma Yon. Marius prosegue: “La motivazione c’è, ci permette di andare avanti. »

Partenza da Belfort

L’inizio di questa insolita avventura sarà dato il 3 agosto a Belfort. Completeranno diverse tappe “con circa 400 chilometri al giorno”. E questo lungo viaggio terminerà il 24 agosto. Europ’raid è un rally unico che può essere completato da squadre di tre persone. I Landais attraverseranno paesi come Italia, Germania, Belgio, Austria, Slovenia, Croazia, Bosnia-Erzegovina, Romania, Polonia, Ungheria, Bulgaria, Grecia e anche Albania e Macedonia del Nord. “Attraverseremo 13 capitali e passeremo davanti a un centinaio di monumenti iscritti nel patrimonio dell’UNESCO”, continua Yon. Vedranno in particolare Piazza San Marco a Venezia, l’Acropoli di Atene, i campanili di Praga, il Muro di Berlino senza dimenticare i canali di Amsterdam.

Ogni sera, gli equipaggi bivaccano in posti nuovi, come una spiaggia del Mediterraneo, un accampamento di motociclisti, la cima di una collina che domina una città o anche una stazione sciistica. Serate “ricche di emozioni” per i partecipanti. Una promessa fatta dagli organizzatori di questo rally-raid.

Un bilancio “quasi concluso”

I tre giovani si sono proposti di raccogliere un budget compreso tra “5.000 e 8.000 euro” per finanziare l’impresa. “Ci sono già tasse di registrazione di 1.070 euro a persona”, spiega Yon. Spese a cui vanno aggiunti benzina e pedaggi. “Sicuramente la posizione più costosa”, dicono. SARL Mathio – un’azienda in cui Marius è apprendista – si impegna a sostenere l’avventura dei Landais. “Se altri vogliono unirsi a noi, è con piacere”, conclude Yon Chapelle.

Per contattare i tre giovani che intraprendono questo giro d’Europa: 07 88 81 77 75.

-

PREV Giochi Olimpici di Parigi 2024: sono arrivati ​​a Mulhouse i primi atleti della delegazione panamericana
NEXT l’elenco dei grandi progetti previsti per tutta l’estate