La mappa delle vendite di alcolici di Ford suscita polemiche

La mappa delle vendite di alcolici di Ford suscita polemiche
La mappa delle vendite di alcolici di Ford suscita polemiche
-

TORONTO – Questo lunedì il governo provinciale ha annunciato il lancio di una mappa online interattiva per trovare i rivenditori di alcolici in tutto l’Ontario in base al tipo di bevanda alcolica. Questa promozione, a due giorni dall’inizio dello storico sciopero del Liquor Control Board of Ontario (LCBO), non ha mancato di suscitare la rabbia del sindacato e forti reazioni da parte dell’opposizione e degli abitanti dell’Ontario.

Questa mappa, che Doug Ford ha rivelato lunedì in un video sulle reti sociali, serve “per aiutare i consumatori a trovare rivenditori e produttori locali vicino a loro durante lo sciopero dell’OPSEU”, ma non ha mancato di provocare una reazione.

“Nonostante la controversia di lavoro in corso presso l’LCBO, ci sono ancora migliaia di posti in tutta la provincia dove è possibile acquistare bevande alcoliche, compresi prodotti artigianali, locali e realizzati in Ontario”, si legge sulla pagina web ufficiale della provincia con la mappa interattiva. .

La mappa documenta e geolocalizza con precisione più di 2.300 rivenditori dell’Ontario che vendono bevande alcoliche, vino, birra e liquori.

Mappa interattiva per la geolocalizzazione dei punti vendita di alcolici, disponibile sulla pagina web “Dove acquistare bevande alcoliche” del governo dell’Ontario. Foto: schermata/Governo dell’Ontario

“Questa nuova carta è un ottimo modo per i consumatori di tutta la provincia di trovare prodotti locali e supportare centinaia di aziende dell’Ontario e migliaia di lavoratori dell’Ontario che producono questi prodotti e servono i consumatori ogni giorno della settimana”, ha dichiarato il premier dell’Ontario tramite un comunicato stampa.

“Ciò è anche in linea con il nostro piano di offrire ai consumatori scelta e comodità entro la fine dell’estate”, ha aggiunto, riferendosi all’annuncio dello scorso maggio della generalizzazione della vendita di alcolici ai supermercati e ai minimarket.

Un portavoce dell’ufficio di Doug Ford ha negato la correlazione tra lo sciopero anticipato e il lancio della carta.

Reazioni forti

Un video promozionale per lo strumento online in cui Doug Ford faceva un barbecue con diverse scelte di birre e altre bevande alcoliche ha suscitato una reazione sulla piattaforma X.

Foto: schermata dal video promozionale/desktop di Doug Ford

Tra le risposte degli abitanti dell’Ontario al post, alcuni hanno messo in dubbio le priorità del governo. Alcuni hanno chiesto ad esempio perché tale geolocalizzazione non sia stata effettuata durante la pandemia con i centri di vaccinazione, ironizzando su una mappa che indica i servizi di emergenza ancora aperti o addirittura le stazioni della metropolitana della linea Eglinton Crosstown che non sono operative.

“Mi fa infuriare che Doug Ford possa pubblicare una mappa interattiva per trovare la birra dopo un solo fine settimana (di sciopero), ma che non faccia la stessa cosa per aiutare i 2,3 milioni di abitanti dell’Ontario che non riescono a trovare un medico di famiglia”, ha pubblicato Il deputato liberale di Don Valley East Adil Shamji sul suo account X.

La responsabile di quest’ultimo, Bonnie Crombie, era presente martedì in una conferenza stampa con il sindacato, che il giorno prima aveva dichiarato che i lavoratori sarebbero rimasti in sciopero a tempo indeterminato finché non fossero stati richiamati al tavolo delle trattative.

Ciò richiede la sospensione delle vendite di bevande alcoliche già pronte nei minimarket o una compensazione finanziaria per il deficit da parte della LCBO, ovvero “900 milioni di dollari”, mettendo a rischio la sicurezza del lavoro, secondo JP Hornick, presidente dell’OPSEU.

“Invece di usare la carta Ford che mina gli scioperanti e i servizi pubblici, usate questa carta per mostrare solidarietà. Partecipa a un picchetto. Aiutaci a lottare per mantenere pubblica la LCBO”, ha condiviso il sindacato OPSEU sul suo account X con il collegamento a una mappa interattiva che geolocalizza i picchetti di sciopero in Ontario.

Mappa interattiva che mostra i picchetti dei lavoratori della LCBO in Ontario. Foto: schermata/OPSEU

Il leader del Partito Verde Mike Schreiner ritiene che la “corsa del governo a portare la birra nei minimarket” stia “sconvolgendo l’intero settore e alimentando i timori sulla sicurezza del lavoro”.

“Ora che è in corso uno sciopero, il suo governo sta lanciando carte di vendita alternative e mettendo in dubbio il futuro della LCBO invece di concentrarsi sul riportare tutti al tavolo delle trattative”, ha reagito tramite un comunicato stampa, esortando il governo a negoziare un accordo.

-

PREV Il gruppo PWA entra nel settore motociclistico con l’acquisizione di Harley-Davidson Reims
NEXT Confraternita gastronomica: missione per salvaguardare il terroir