Europe 1 fa un salto, France Culture chiude una stagione da record – Libération

Europe 1 fa un salto, France Culture chiude una stagione da record – Libération
Europe 1 fa un salto, France Culture chiude una stagione da record – Libération
-

Con

Articolo riservato agli abbonati

I risultati della Médiamétrie per il periodo aprile-giugno rivelano il buon stato di forma della stazione di Lagardère, recentemente al centro di polemiche con lo show di Cyril Hanouna, in un panorama cupo ancora dominato dalla spietata France Inter.

Sono ancora meno i francesi che ascoltano la radio: una triste constatazione che possiamo constatare ancora una volta in vista delle ascolti di Médiamétrie per il periodo aprile-giugno, rivelate mercoledì. I media radiofonici hanno così perso un milione di ascoltatori su tutti i canali rispetto alla primavera 2023: erano ancora 38,2 milioni attaccati alla loro emittente in un contesto comunque carico di attualità. In questo panorama depresso, tuttavia, alcune località se la passano meglio di altre.

È il caso di Europa 1. La sua strategia di destra rabbiosa, da quando Vincent Bolloré ne è al potere, sembra finalmente dare i suoi frutti. Soprattutto dopo l’arrivo di Pascal Praud in griglia all’inizio dell’anno scolastico, o con la messa in onda di Cyril Hanouna durante due settimane di campagna legislativa per il suo spettacolo Camminiamo sulla testa. Anche se questo è valso a Europe 1 un rimprovero da parte di Arcom. La radio ha conquistato in un anno quasi 400.000 ascoltatori, raggiungendo nel periodo il 4,2% di ascolto cumulato (+0,3% in un anno). Ma lei rimane sempre l’ultima

-

PREV In Dordogna si cerca il vicedirettore di un centro ricreativo
NEXT Cocaina, cannabis, alcol… Incriminato l’automobilista che ha investito un gendarme a Côtes-d’Armor