Villefranche: viaggia indietro nel tempo con Victor e Georgette Vermorel

Villefranche: viaggia indietro nel tempo con Victor e Georgette Vermorel
Villefranche: viaggia indietro nel tempo con Victor e Georgette Vermorel
-

25 attori volontari e 25 volontari del servizio logistica costumi, accoglienza e masticazione si sono mobilitati per organizzare le quattro sessioni che hanno permesso di accogliere 200 spettatori durante il fine settimana, più di quanto sperato da Pennacchio di Caladoiseorganizzatore dell’evento.

Benoit Froment, presidente di La Plume caladoise, dà il suo feedback su questo evento: “Questo spettacolo ha reso felici tutti, sia il pubblico che ha viaggiato nel tempo per ritrovarsi nel 1900 con personaggi in costume in diversi quartieri di Villefranche, accompagnati dal lavoro di ricerca e narrazione storica del professor Cornelius (Olivier Charrin), sia gli attori dilettanti che ha offerto una prestazione degna di professionisti. Tutti hanno scoperto la vita di Victor Vermorel da diversi punti di vista poco conosciuti.”

Olivier Charrin, storico e narratore dello spettacolo, si è immerso nella storia di Victor Vermorel per raccontare la sua storia. È orgoglioso di questo spettacolo, costruito collettivamente e realizzato al 100% a Calade, il DNA dell’associazione: “È stata una vera rivelazione, per me come per tutti gli attori dilettanti, scoprire parti della vita poco conosciuta di Victor Vermorel. Alcuni hanno giocato per la prima volta ed erano eccellenti. I 200 spettatori hanno assistito in passato ad una vera e propria esperienza immersiva.”

© HR – Victor, Georgette Vermorel e il loro autista, circondati da Benoit Froment e Olivier Charrin sul prato del Vermorel Park.

Una prossima edizione allo studio per l’inizio dell’anno scolastico?

IL spettacolopur essendo portato avanti da un team di volontari volenterosi e motivati, genera costi fissi per il noleggio dei costumi, la fornitura dei chew, le scenografie in più luoghi della città, il compenso dei musicisti professionisti.

IL finanziamento dell’eventocirca 7 000 €, è coperto per 1/3 dalla biglietteria. I restanti 2/3 sono forniti da partner privati, una decina di piccole imprese locali che vogliono sostenere questo patrimonio vivo, storico e culturale del Beaujolais e lo spirito imprenditoriale di questo grande Caladois che fu Victor Vermorel.

IL Pennacchio di Caladoise ha già stabilito altri contatti per altre partnership private, aziende che possono invitare i propri dipendenti, clienti o partner. Ciò rende possibile immaginare altre edizioni, sullo stesso formato o su formati diversi, resta da vedere, tenendo presente che il successo dipende dal coinvolgimento e dalla motivazione dei volontari. Si segue una nuova pista per il prossimo settembre… continua!

-

PREV Bollettino meteorologico. continuo aumento delle temperature questo venerdì 19 luglio, con rovesci tempestosi sull’Atlante e sull’Orientale
NEXT I successivi due consigli comunali di Vernon furono trasferiti, erano necessari lavori