Il rapporto rileva difetti nella gestione dell’evacuazione di Yellowknife nel 2023

Il rapporto rileva difetti nella gestione dell’evacuazione di Yellowknife nel 2023
Il rapporto rileva difetti nella gestione dell’evacuazione di Yellowknife nel 2023
-

Numerose carenze nella gestione dell’evacuazione di Yellowknife durante i grandi incendi boschivi del 2023 hanno creato confusione e stress tra i residenti, sottolinea un rapporto presentato lunedì agli eletti municipali.

Questa è una delle conclusioni emerse dalla società KPMG, incaricata di valutare il modo in cui il Comune ha effettuato l’evacuazione dei suoi residenti nell’estate del 2023.

Sebbene KPMG abbia potuto identificare molte buone decisioni prese durante le misure di emergenza, ha comunque evidenziato 35 lacune che potrebbero essere colmate in futuro.

Secondo il rapporto, la prevenzione degli incendi è un settore in cui la città potrebbe migliorare. Gli autori ritengono che le strisce antincendio e gli irrigatori automatici siano stati installati troppo tardi, quando gli incendi erano già alle porte della città.

Apri in modalità a schermo intero

I soldati delle forze armate canadesi furono chiamati a stabilire zone antincendio vicino alla città. (Foto d’archivio)

Foto: Forze armate canadesi/Caporale Alana Morin

Questi sforzi avrebbero dovuto essere fatti prima, durante il fase di mitigazione e preparazionesecondo KPMG.

Gli analisti hanno inoltre stabilito che lo stato di emergenza è stato dichiarato troppo tardi, ritardando la mobilitazione del personale e delle risorse.

Lo studio evidenzia anche una mancanza di chiarezza riguardo alla legge sulla gestione delle emergenze dei Territori del Nordovest.

La comunicazione con i residenti è un altro ambito in cui la Città potrebbe migliorare, secondo il rapporto, che descrive come la mancanza di coordinamento tra autorità comunali e territoriali abbia portato ad un confusione e stress significativo tra i residenti.

Apri in modalità a schermo intero

Molti residenti hanno dovuto essere evacuati in aereo. (Foto d’archivio)

Foto: Radio-Canada

Il rapporto ha inoltre rilevato che Yellowknife non aveva un piano dettagliato per un’evacuazione di massa. Un piano del genere avrebbe dovuto essere pronto e comunicato al pubblico in anticipo.

Sebbene le autorità governative abbiano fornito assistenza alle persone vulnerabili durante le evacuazioni, KPMG ha riscontrato che i piani della città non soddisfacevano adeguatamente le loro esigenze. L’evacuazione avrebbe avuto molte conseguenze negative per loro .

Raccomandazioni

La società di consulenza ha formulato 24 raccomandazioni per i funzionari eletti in modo che possano prepararsi meglio alle future evacuazioni.

In particolare, si tratta che la Città si coordini con il governo della TNM per istituire un processo decisionale formale quando è il momento di dichiarare lo stato di emergenza, emettere avvisi e avvisi. Ciò potrebbe aiutare le autorità regionali a farlo comprensione comune di cosa significhi la legge di emergenza.

KPMG raccomanda inoltre che la città crei una posizione all’interno del suo servizio di emergenza, che potrebbe aiutare le organizzazioni locali a coordinare il sostegno alle persone vulnerabili. Questa persona potrebbe anche sviluppare un piano di formazione sulla gestione delle emergenze per il personale e un piano dettagliato di evacuazione in caso di incendio.

Apri in modalità a schermo intero

Secondo il rapporto, un migliore coordinamento delle organizzazioni locali aiuterebbe meglio le persone bisognose. (Foto d’archivio)

Foto: Radio-Canada / Tyson Koschik

Di fronte a queste osservazioni, l’amministratore comunale, Sheila Bassi-Kellett, assicura che gli ultimi mesi hanno consentito all’amministrazione comunale di riflettere sulle misure adottate la scorsa estate.

Credo ancora che, all’epoca, abbiamo preso le migliori decisioni possibili con le informazioni che avevamoha dichiarato agli eletti comunali durante la presentazione del rapporto.

Da parte sua, il sindaco Rebecca Alty ha affermato di aver inviato una copia del rapporto al governo della TNM e di aver convocato i suoi omologhi per discutere la procedura da seguire per attuare le raccomandazioni.

In autunno verrà presentato un aggiornamento per mostrare quali raccomandazioni sono state messe in atto.

Con informazioni di Liny Lamberink

-

PREV Il tempo uggioso ha spaventato i turisti?
NEXT Cinque attività a Giennois e Sullias per tenervi occupati durante i due mesi di vacanze estive