Kigali afferma che l’accordo sui migranti abbandonato da Londra non prevede alcun rimborso

Kigali afferma che l’accordo sui migranti abbandonato da Londra non prevede alcun rimborso
Kigali afferma che l’accordo sui migranti abbandonato da Londra non prevede alcun rimborso
-

AA / Tunisi / Majdi Ismail

Il Ruanda ha dichiarato martedì che l’accordo sui migranti concluso con il Regno Unito, ma abbandonato dal nuovo governo britannico di Keir Starmer, non prevede il rimborso dei fondi già versati da Londra.

In una dichiarazione alla televisione statale riportata da Mediapart, il vice portavoce del governo ruandese Alain Mukuralida ha affermato che “L’accordo che abbiamo firmato non prevedeva la restituzione del denaro”.

Il nuovo primo ministro britannico, Keir Starmer, ha dichiarato sabato scorso di “non essere pronto” ad appoggiare il piano del precedente governo Sunak di espellere i migranti in Ruanda.

Questo progetto ”era morto e sepolto prima ancora di iniziare. Non è mai stato un deterrente (…), non sono pronto a continuare con misure artificiose”, ha sottolineato l’inquilino di 10 Downing Street in una conferenza stampa tenutasi al termine del primo consiglio dei ministri del governo laburista.

Prima di salire al potere, Keir Starmer aveva già annunciato la sua intenzione di seppellire questo controverso progetto conservatore, lanciato nel 2022 ma che non è stato attuato. Consisteva nell’espulsione in Ruanda di migranti o richiedenti asilo arrivati ​​illegalmente sul suolo britannico, senza possibilità di tornare nel Regno Unito.

Tuttavia, secondo la BBC, Londra ha già pagato quasi 240 milioni di sterline al Ruanda nel 2023.

“Sia chiaro che la restituzione del denaro non è mai stata parte dell’accordo”, ha insistito Alain Mukuralinda.

Ha ricordato che Londra aveva chiesto a Kigali una partnership, che è stata oggetto di “discussioni approfondite”.

“L’accordo è stato sottoposto al tribunale ed è stato addirittura modificato dopo i risultati dei tribunali”, ha sottolineato il vice portavoce del governo ruandese, secondo Mediapart.

Ha aggiunto: ”È stato presentato al Parlamento e alla fine è diventato un trattato tra i due paesi. Un trattato prevede una clausola di uscita.”

Per quanto riguarda l’immigrazione, il nuovo governo laburista prevede di mobilitare mezzi ispirati alla lotta al terrorismo per rintracciare le reti di trafficanti o per consolidare la cooperazione con l’Europa, in particolare con la Francia.

Dall’inizio dell’anno sono oltre 13.500 i migranti che hanno attraversato la Manica per raggiungere il Regno Unito.

Solo una parte dei dispacci che l’Agenzia Anadolu trasmette ai suoi abbonati tramite il sistema di radiodiffusione interna (HAS) viene trasmessa in forma sintetica sul sito web dell’AA. Vi preghiamo di contattarci per iscrivervi.

-

PREV Incidente, partenza per le vacanze: grandi ingorghi sulla tangenziale e sulle autostrade intorno a Caen
NEXT La follia del Tour de France prende il sopravvento su Nizza