Al Lac du Der, la navetta non farà più onde

Al Lac du Der, la navetta non farà più onde
Al Lac du Der, la navetta non farà più onde
-

L’ho provato per voi… La navetta allestita tra Saint-Dizier e il Lac du Der è tornata da lunedì 8 luglio. jhm si imbarca quotidianamente per testare questo mezzo di trasporto, che quest’anno è su prenotazione.

Lei è tornata. La navetta che collega Saint-Dizier al Lac du Der, il lunedì e il mercoledì, riprende il servizio fino alla fine di agosto, proposta da Transdev e dalla comunità dell’agglomerato di Saint-Dizier, Der & Blaise. Lunedì 8 luglio, seduta su una panchina alla fermata Hôtel de Ville, lo aspetto con impazienza. Alle 9,50 si ferma e salgo, accolto da Corentin e Qais, i due autisti che si alterneranno sul percorso durante l’estate. Su quattro circuiti, il veicolo porta e preleva le persone “nello stesso posto”, spiega Corentin.

Un viaggio che passa velocemente

Le sette fermate e i cinquanta minuti di viaggio passano velocemente. A bordo, anche due amiche, Fabienne e Marie-France, hanno in programma di andare al Lac du Der. “Un anno io e un mio amico abbiamo commesso un errore e siamo scesi alle Sources du Lac. Era morto, non c’era niente da fare”, dice la seconda città, che prende la navetta da tre anni. Durante il viaggio, Corentin guida Qais, abituato al circuito urbano, che è il primo ai comandi della navetta, sulla strada per il lago artificiale. Parliamo di strada, di informazioni pratiche, ma anche della situazione dell’anno scorso, che non era proprio simile alla nostra.

Prenotazione obbligatoria

Perché quest’anno la navetta sarà soggetta a prenotazione obbligatoria. Negli anni precedenti, Corentin, autista della rete per cinque anni, spiega che le condizioni erano meno confortevoli, descrivendo addirittura il 2023 come “anarchia”. “Ho già ricevuto insulti, e alla gendarmeria è già finita”, continua con mio stupore. Come per rassicurarsi, sottolinea: «almeno con la prenotazione sappiamo chi va e abbiamo i cognomi».

Viaggi che ricorda anche Marie-France, pendolare abituale da tre anni, che mi ha spiegato cosa aveva potuto osservare prima: “C’erano troppe persone, ricordo che l’anno scorso avevano addirittura rubato un cellulare a un autista . » Proprio questa mattina alcune persone hanno provato a prendere la navetta senza aver prenotato. In questi casi “non possono salire e ho dovuto rifiutare tre adulti e bambini”, testimonia Corentin.

18:00 Dopo una giornata sotto il sole del Der, che per me non è stata di relax (lavoro richiesto), è già ora di partire e prendere la navetta del ritorno.

Ne approfitto per chiacchierare con Fabienne e Marie-France, le due passeggeri che ho incontrato nel tragitto avanti e indietro da Saint-Dizier. Prima mi raccontano come è andata la loro giornata: “Abbiamo fatto una passeggiata e abbiamo guardato le barche”, mi spiega Marie-France. Anche Fabienne è molto positiva riguardo alla sua fuga a Der: “È una buona idea, è un po’ affollato e aiuta a schiarirsi le idee”. E la navetta? “Va bene, è comodo”, mi confermano.

All’andata e al ritorno sulla navetta eravamo solo in tre, senza contare i due autisti. Un viaggio all’insegna del buon umore e della calma. Su quest’ultimo punto le prossime settimane dovrebbero essere diverse. «La gente è andata in vacanza, ma penso che ad agosto ci sarà più gente», anticipa Corentin. La navetta, entrando a Saint-Dizier, mi lascia alla stessa fermata e prosegue il suo viaggio. Tornerà in città mercoledì 10 luglio.

Juliette Evangelista

Buono a sapersi

La navetta è operativa dall’8 luglio al 30 agosto e propone quattro circuiti diversi, dal lunedì al venerdì esclusi i giorni festivi. Prenotazione obbligatoria fino al giorno prima della partenza allo 03.25.56.17.73

Circuito 1 lunedì e mercoledì : 9:30, Saint-Dizier Clos Mortier. 9:40, Vert-Bois (fermata Mosa). 9:50, Centro Città (fermata Hôtel de ville). Ore 10, pensilina dell’autobus a Valcourt. 10:07, pensilina dell’autobus a Humbécourt. 10:20, Sources du Lac Plage. 10:40, Giffaumont Plage. Ritorno da Giffaumont Plage alle 18:00 o da Sources du Lac a Éclaron alle 18:15.

Circuito 2 venerdì : 9:20, pensilina di Roches-sur-Marne. 9:25, Chamouilley. 9:35, Municipio di Eurville-Bienville. 9:40, pensilina di Bayard-sur-Marne. 9:50, Rachecourt-sur-Marne. Ore 10, Place de l’Ariet a Chevillon. 10:20, Place du Général-de-France a Wassy. 10:30, chiesa di Voilecomte. 10:35, pensilina Frampas. 10:45, Giffaumont Plage. Ritorno da Giffaumont Plage alle 18:00.

Giovedì il Circuito 3 : 9:30, località Gérard-Dehault a Sommevoire. 9:35, pensilina Rozières. 9:40, pensilina di Thilleux. 9:55, pensilina dell’autobus Louze. Ore 10, fermata dell’autobus di Longeville-sur-la-Laines. 10:05, pensilina dell’autobus di Ceffonds. 10:10, Place de la Halle aux Blés a Montier-en-Der. 10:30, Giffaumont Plage. Ritorno da Giffaumont Plage alle 18:00.

Circuito 4 martedì: 9:30, pensilina dell’autobus a Maurupt-le-Montois. 9:38, municipio di Cheminon. 9:45, pensilina Trois-Fontaines-l’Abbaye. 10:05, municipio di Saint-Eulien. 10:10, pensilina dell’autobus di Perthes. 10:15, pensilina dell’autobus Hallignicourt. 10:20, pensilina dell’autobus di Laneuville-au-Pont. 10:25, pensilina Moëslains. 10:30, Eclaron (fermata Guise). 10:40, piazza Braucourt. 10:50, Giffaumont Plage. Ritorno da Giffaumont Plage, alle 18:00.

  • Quest’anno sarà obbligatoria la prenotazione.

-

PREV Griedge Mbock si unisce al Paris Saint-Germain
NEXT Il ministro Vandal annuncia investimenti federali per sostenere progetti agricoli a valore aggiunto in Alberta