La traversata Sorel-Tracy sarà interrotta…

La traversata Sorel-Tracy sarà interrotta…
La traversata Sorel-Tracy sarà interrotta…
-

Infatti, i cosiddetti dipendenti non certificati (oliatori, marinai, portuali e cassieri) saranno in sciopero dalle 7 del 19 luglio alle 6,59 del 21 luglio, quando inizieranno le ferie di costruzione. Queste misure mirano a costringere il datore di lavoro, la STQ, a tornare al tavolo delle trattative con offerte che soddisfino le loro legittime aspettative.

Questi lavoratori, tutti membri dell’USW Local 9599, chiedono la parità salariale con i lavoratori del settore e orari di lavoro migliori e molto più flessibili.

“Rappresentiamo diversi gruppi marittimi. Abbiamo aderito al sindacato canadese della marina mercantile e rappresentiamo i lavoratori di Océan remorquage, CTMA, la traverse des Îles-de-la-Madeleine e COGÉMA (Compagnie de gestion de Matane). Possiamo quindi fare dei confronti in termini di stipendi. I lavoratori non certificati partono da 19,79 dollari l’ora e dopo tre anni possono guadagnare 21,94 dollari, ma non di più, anche se hanno 10 o 20 anni di anzianità”, afferma Luc Laberge, rappresentante del sindacato dei lavoratori dell’acciaio.

Per posizioni equivalenti, altri servizi marittimi come Océan Remorquage o COGÉMA offrono tra 25 dollari e la Guardia Costiera tra 32 e 38 dollari l’ora.

“I nostri membri sono stanchi di lavorare per salari inferiori alla media del settore e in condizioni pericolose”, sostiene Luc Laberge. Sono lavoratori qualificati e dedicati che contribuiscono ogni giorno alla sicurezza degli attraversamenti. A volte devono trasformarsi in soccorritori, vigili del fuoco e sono addestrati per rispondere a tutte le situazioni di emergenza. È tempo che la STQ agisca in modo responsabile nei loro confronti, riconosca il loro valore e dia loro il rispetto che meritano”.

Recentemente, la presidente del Consiglio del Tesoro, Sonia Lebel, ha affermato su X che “la STQ è responsabile delle trattative e dispone di tutti i mezzi necessari per raggiungere un accordo giusto ed equo”. Tuttavia, secondo il sindacato, gli ultimi incontri negoziali dimostrano una realtà molto diversa. Nell’ultima riunione, il sindacato ha chiesto un recupero di 5 dollari l’ora. “E il datore di lavoro ci ha offerto 85 centesimi. È davvero offensivo”, lamenta il signor Laberge.

Non essenziale

Inoltre, nulla tutela gli utenti in caso di sciopero prolungato. In effetti, il Tribunale amministrativo del lavoro (TAT) ritiene che il passaggio Sorel-Tracy non costituisca un servizio essenziale, ritenendo che in caso di interruzione dei lavori, la vita dei residenti non sarebbe in pericolo poiché, tra l’altro, è possibile beneficiare dei servizi ospedalieri su entrambi i lati delle sponde, cosa che non è il caso, ad esempio, di L’Isle-aux-Coudres.

-

PREV Barometro della monarchia: come percepiscono i belgi la loro regalità?
NEXT L’accordo di principio pone fine allo sciopero dei meccanici WestJet