Il vescovo del Sud Sudan afferma che il trasferimento nella nuova diocesi è stata completata

-

Le sue esperienze più memorabili includono le ordinazioni nella diocesi, nonché numerosi pellegrinaggi con vari gruppi ecclesiastici della diocesi.

“Devo menzionare alcune indimenticabili visite alle parrocchie in aree remote come Tonj Nord, Tonj Est e Rumbek Nord, il pellegrinaggio per la pace di nove giorni a Juba con circa 82 giovani e l’ultimo pellegrinaggio di sette giorni a Tonj con più di 90 giovani persone”, ha detto, ricordando il pellegrinaggio per la pace di 125 chilometri a Tonj da Rumbek e il pellegrinaggio “marcia per la pace” del febbraio 2023 a Juba per partecipare alla prima visita papale in Sud Sudan.

Ha parlato anche delle ordinazioni da lui presiedute, definendole “così toccanti” per un vescovo.

Nella diocesi di Rumbek, mons. Carlassare ha benedetto anche due nuove chiese a Thon-aduel e Cueibet, ha detto ad ACI Africa nell’intervista del 5 luglio, durante la quale ha parlato anche delle elezioni generali del Sudan previste per dicembre di quest’anno, dopo la sconfitta del Paese Il rivitalizzato governo di transizione di unità nazionale (RTGoNU), formato nel febbraio 2020, ha concordato con l’opposizione di riprogrammare le elezioni all’inizio del 2023.

“Si tratta davvero di un processo delicato e il Sud Sudan deve abbracciarlo e compiere passi coraggiosi per prepararlo e creare le condizioni per elezioni libere e pacifiche”, ha affermato, facendo eco all’appello della Conferenza episcopale sudanese (SCBC).

Iscriviti alla nostra newsletter quotidiana

Utilizza il modulo sottostante per farci sapere dove possiamo inviare le ultime notizie da ACI Africa.

Nel frattempo, in una accorata poesia, il sottosegretario del Ministero nazionale della gioventù e dello sport del Sud Sudan, Deborah Akech Kuocnin, ha reso omaggio al vescovo Carlgrassare e gli ha augurato ogni bene per il suo nuovo ministero episcopale.

Nella poesia, il funzionario governativo con sede a Juba, originario della diocesi di Rumbek, descrive il vescovo Carlgrassare come “una fiamma guida” e “una fonte di luce” durante il suo mandato come vescovo di Rumbek.

Ecco il testo completo della poesia di Debora.

A Mons. Christian Carlgrassare,

Amministratore apostolico di Rumbek e vescovo della diocesi di Bentiu

Nei paesi dove sole e stenti si mescolano,

Dove i fiumi si dividono e le foreste si piegano,

Con un cuore così puro, un pastore forte,

Per due anni ci hai guidato nel bene e nel male.

Rumbek provò gioia e dolore,

con dolci risate e dolori,

Li hai condivisi entrambi, dall’alba alla notte,

Una fiamma guida, una fonte di luce.

In questo breve tempo le tue mani hanno costruito, la tua voce si è calmata,

dove gli spiriti spezzati venivano feriti,

Ci hai portato la pace, ci hai mostrato la strada,

Con ogni preghiera, con ogni giorno.

Ora Bentiu chiama, una nuova alba sta sorgendo,

Un altro gregge che la tua presenza guida,

Nuovi campi da arare, nuovi semi da seminare,

Con speranza e amore, attraverso gli alti e bassi.

Anche se i cuori a Rumbek sono pesanti,

Questo percorso di separazione, questo accordo agrodolce,

Ti inviamo con vere benedizioni,

Le nostre preghiere e il nostro amore ti seguiranno.

Perché nei nostri cuori rimarrai,

in ogni preghiera, in ogni lode,

Un capitolo finisce, ma ricomincia,

Possa la grande grazia di Dio circondarti.

Quindi vai in pace, caro Vescovo Christian

Perché anche se te ne vai sei sempre vicino a noi,

Nella fede e nello spirito, sempre vicini,

La nostra stella guida, il nostro amorevole orgoglio.

Tu sei sempre il nostro pastore, il nostro amministratore apostolico.

Ed è una trapunta

Di: Deborah Akech Kuocnin

-

PREV Il futuro primo ministro britannico Keir Starmer promette un “rinnovamento nazionale”: Notizie
NEXT amare, giocare e abbinare