Vantaggioso o no? Un ristoratore del Quebec fa il punto dopo aver eliminato le mance

Vantaggioso o no? Un ristoratore del Quebec fa il punto dopo aver eliminato le mance
Vantaggioso o no? Un ristoratore del Quebec fa il punto dopo aver eliminato le mance
-

Un ristoratore del Quebec ha scelto di eliminare la mancia nel suo locale, una decisione in linea con i suoi valori, ma che non andrebbe necessariamente a beneficio degli altri, poiché si priva di un importante credito d’imposta.

• Leggi anche: Risparmio a tutti i costi: i canadesi sempre più restii a lasciare la mancia

• Leggi anche: Nuova truffa delle mance: attenzione agli importi delle opzioni sul terminale

• Leggi anche: È giunto il momento di abolire le mance

«Si prega di notare che siamo un ristorante senza mance»: il tono si dà non appena i clienti varcano le porte del ristorante Alentours, dove ogni sera si siedono una ventina di persone.

Con la sua cucina gourmet eco-responsabile, lo chef-proprietario Tim Moroney ha voluto introdurre questa regola in occasione dell’apertura nell’agosto 2021, ma ha preferito aspettare qualche anno prima di fare il grande passo.

Finalmente all’inizio dell’anno, quando ha voluto offrire un aumento di stipendio a un dipendente, ha deciso di eliminare la ripartizione paritaria delle mance all’interno della sua azienda.

“Crediamo che essere sostenibili significhi comunque essere costanti. Vogliamo poter dire a qualcuno che lavora per noi qual è il suo stipendio e che ci assumeremo questa responsabilità totale”, ha spiegato sei mesi dopo questa scelta.

Per fare ciò, ha adeguato i suoi prezzi in base all’importo che i suoi clienti sono disposti a pagare, fissando una soglia da non superare.

Soldi, ma a caso

Secondo lui, quasi la metà dello stipendio dei dipendenti di un ristorante gourmet proviene dai dollari rimasti sul conto.

“La mancia è molto casuale, può essere molto redditizia e anche molto poco interessante”, ha spiegato.

Se un cameriere o un cuoco possono quindi guadagnare di più in un altro locale, lo chef Moroney sceglie invece di garantire un salario minimo migliore, decisione che è stata ben accolta dalle tre persone che lavorano per lui.

“I dipendenti dei ristoranti non sono emotivamente attaccati alle mance. Sono attaccati a guadagnare gli stipendi a cui sono abituati”, ha affermato.

Lungi dall’essere un vantaggio

Il proprietario del ristorante Alentours, però, ha ammesso che questa formula non è necessariamente redditizia dal punto di vista finanziario.

Infatti, un dipendente che guadagna $ 1.000 in mance o stipendio avrà le stesse detrazioni sulla busta paga.

Ma normalmente il datore di lavoro, che per queste mance deve pagare diversi oneri, può pretendere fino al 75% dell’importo grazie a un credito d’imposta provinciale: una possibilità di cui ormai il ristoratore è privato.

“Come proprietario di un ristorante, preferisco la stabilità finanziaria per i miei dipendenti al credito d’imposta che otteniamo alla fine dell’anno”, ha ammesso Moroney.

Una cosa è certa ai suoi occhi: non è perché altri ristoratori mantengono l’opzione della mancia che non hanno a cuore il benessere dei loro lavoratori o che desiderano arricchirsi.

“Per un piccolo ristorante come noi forse parliamo di un credito d’imposta di 10.000 dollari, ma per un grande ristorante che parla di 200.000 dollari è normale che non sia necessariamente pronto a fare questo cambiamento quando il mercato è saturo non possiamo aumentare i prezzi dei menu di conseguenza”, ha detto.

-

PREV Tappa 15 del Tour de France 2024: orario di partenza, mappa del percorso, profilo…
NEXT Strasburgo corretto dal Fenerbahçe