CF Montréal | Lavoro ancora per trovare coerenza in difesa

-

(Montreal) Il CF Montreal ha cercato di tenere la testa fuori dall’acqua durante l’assenza di alcuni dei suoi pilastri, ma è ancora alla ricerca di coerenza nel suo gioco che gli permetterà di allineare le vittorie.


Inserito alle 14:08



Simone Servo

La stampa canadese

Nonostante alcuni recenti fallimenti, il Bleu-blanc-noir si è svegliato venerdì mattina a soli due punti dal posto per i playoff nella Eastern Association. Ma come è successo alcune volte dall’inizio della stagione, l’allenatore Laurent Courtois deve ancora lavorare per rafforzare la sua difesa.

I giocatori del Quebec Samuel Piette e Mathieu Choinière facevano già parte della squadra canadese alla Copa America quando Joel Waterman si unì ai suoi compagni di squadra, dopo un coraggioso pareggio del Montreal contro il Real Salt Lake.

Da allora, il CF Montreal ha subito 10 gol in quattro partite, ha vinto solo una volta (1-2-1), ha lasciato molto spazio tra le sue linee e ha commesso palle perse costose.

Al centro della difesa sono stati utilizzati tre moduli diversi e l’intesa potrebbe non esserci sempre, ma secondo Raheem Edwards la scusa non è valida. L’ultima partita tende a dargli ragione, quando è stata la rimonta di George Campbell a regalare al New York City FC il primo gol al nono minuto di mercoledì.

“Potremmo dire che questi gol sono stati causati dalla mancanza di stabilità dietro, ma a ben guardare ci siamo dati la zappa sui piedi. Se avete una difesa che si conosce bene, sicuramente aiuta, ma siamo più noi a commettere palle perse nel momento sbagliato”, ha osservato Edwards prima dell’allenamento della sua squadra al Nutrilait Center.

FOTO BRAD PENNER, ARCHIVI USA TODAY SPORTS VIA REUTERS CON

Raheem Edwards (a destra)

Courtois aveva beneficiato di una grande stabilità in mezzo al campo dando fiducia a Piette e Choinière. In loro assenza, si è rivolto a Nathan Saliba e Bryce Duke.

Entrambi i giocatori hanno fatto vedere buone cose e Duke sembra sempre più a suo agio nel suo nuovo ruolo, quello abituato a giocare un po’ più in alto. Ha iniziato anche a imporsi un po’ di più fisicamente.

“Le cose sono più semplici quando giochi con Nathan, che conosce già questo ruolo. Sto imparando da lui e sto capendo un po’ di più questo nuovo ruolo. Mi piace, insisteva. Spesso sei vicino alla palla e quando la ricevi vedi tutta la partita davanti a te. È un po’ più impegnativo in difesa, ma per questo dobbiamo ridurre al minimo le perdite di palla. »

L’allenatore del CF Montreal (5-9-7) potrebbe avere un altro grattacapo al ritorno di Piette e Choinière. Non ha escluso cambiamenti nella sua formazione, ma non inaspettatamente.

“Lo esamineremo.” Ci sono tanti giocatori di qualità in mezzo al campo, ma abbiamo anche diversi attaccanti sani. Forse cambierà il nostro approccio agli allenamenti, ma non vogliamo improvvisare. Vogliamo prenderci il tempo per sperimentare ed essere sulla stessa lunghezza d’onda”, ha affermato Courtois.

In ogni caso, e indipendentemente dai giocatori in campo, la difesa di Montreal dovrà comunque affrontare una sfida importante sabato, quando i Vancouver Whitecaps (9-7-4) visiteranno lo Stadio Saputo.

Attualmente quinti nella classifica della Western Conference, i rivali canadesi hanno appena ottenuto due vittorie consecutive, durante le quali hanno segnato un totale di sette gol.

Courtois conosce bene l’allenatore dei Whitecaps Vanni Sartini e ha elogiato l’organizzazione difensiva della squadra, senza trascurare il gioco offensivo.

“C’è un misto di pragmatismo e organizzazione, ma se hanno troppo tempo riescono a fare buone combinazioni. Non li trovo super elaborati, ma appena si trovano a loro agio nella zona centrale riescono a combinarsi con giocatori che proiettano in avanti”, ha analizzato.

Courtois ha detto che gli attaccanti Ariel Lassiter e Mason Toye si sono allenati normalmente giovedì e sono disponibili per la partita di sabato.

Venerdì il Canada affronterà il Venezuela nei quarti di finale della Copa America a Dallas. Se l’Unifolié dovesse perdere, non sappiamo se Choinière, Piette e Waterman saranno disponibili contro i Whitecaps.

“Preferisco prepararmi senza (la possibilità che siano disponibili), ha espresso Courtois. Ci stiamo preparando con i giocatori che abbiamo qui. »

-

PREV Litigio ai festival di Bayonne: la vittima è ancora in “condizioni molto gravi”, ha incriminato il suo aggressore
NEXT Pau non si stanca mai del Tour de France