“Realmente localizzate, in luoghi ben precisi”, le cimici del Mucem, nell’ambito delle mostre chiuse

“Realmente localizzate, in luoghi ben precisi”, le cimici del Mucem, nell’ambito delle mostre chiuse
“Realmente localizzate, in luoghi ben precisi”, le cimici del Mucem, nell’ambito delle mostre chiuse
-

Domenica 7 luglio sono state scoperte delle cimici in alcune sale del museo di Marsiglia. Questo giovedì 4 luglio tre mostre del Mucem sono state chiuse al pubblico e rimarranno chiuse fino a mercoledì prossimo per un’importante pulizia. Gli altri spazi e mostre rimarranno aperti gratuitamente durante questo periodo.

La scoperta risale a domenica scorsa, in conclusione di giornata, un insetto è stato ritrovato in una mostra e le analisi martedì mattina hanno rivelato che si trattava di una cimice. Nel frattempo tre sale del Mucem sono state chiuse al pubblico e sono in fase di cura. Apriranno i battenti solo mercoledì prossimo 10 luglio.

Per effettuare la diagnosi, cani antidroga hanno girovagato per l’intero museo e hanno individuato, in tre delle cinque mostre, “la presenza di cimici non visibili ad occhio nudo”, Lo ha spiegato all’AFP Pierre-Olivier Costa, presidente del Museo delle Civiltà dell’Europa e del Mediterraneo (Mucem). «A partire da questo fine settimana interverranno ditte specializzate, il che significa che avremo i tre spazi puliti e riaperti al pubblico, credo, entro mercoledì al massimo». Ha detto il signor Costa. Fino ad allora, il museo rimarrà aperto gratuitamente e saranno accessibili due mostre: una nuova mostra chiamata “Paradiso naturista” e un’altra intitolata “Imprese, capolavori”.

Gli specialisti hanno spiegato al team del museo che c’era la presenza di cimici “realmente localizzato, in luoghi molto specifici”e che lui “non c’è stato alcun rischio di propagazione, quindi non si tratta di un’invasione”, Ha detto il signor Costa. Sparse dalla vita quotidiana negli anni ’50, le cimici dei letti sono tornate alla ribalta negli ultimi trent’anni in molti paesi sviluppati grazie a stili di vita e consumi sempre più nomadi che favoriscono l’acquisto di oggetti di seconda mano e una crescente resistenza agli insetticidi.

-

PREV Saint-Denis: navette e autobus gratuiti per servire il mercato notturno
NEXT La Speed ​​Cup: un evento imperdibile questo sabato a Vichy