Essaouira ospita la prima semifinale del BMCI “Greentech Roadshow Challenge”

Essaouira ospita la prima semifinale del BMCI “Greentech Roadshow Challenge”
Essaouira ospita la prima semifinale del BMCI “Greentech Roadshow Challenge”
-

Mercoledì al Technopark di Essaouira è stata organizzata la prima semifinale del “Greentech Roadshow Challenge”, competizione volta a incentivare e sostenere le startup innovative nel campo delle tecnologie green.

Avviato dal Gruppo BMCI BNP Paribas, in partenariato con Technopark Maroc, questo evento, che si è svolto alla presenza, in particolare, del consigliere di Sua Maestà il Re e presidente fondatore dell’Associazione Essaouira-Mogador, il signor André Azoulay, di il presidente del Consiglio comunale di Essaouira, Tarik Ottmani, insieme ad altre personalità di varia provenienza, hanno riunito imprenditori, investitori ed esperti per valutare progetti promettenti nei settori low carbon, Agritech e blue economy.

Dopo aver esaminato i progetti delle startup partecipanti, la giuria composta da professionisti del settore ha assegnato il premio di questa semifinale a “Wash-Minute”, una startup, con sede a Marrakech, che lavora su soluzioni innovative per i servizi di lavaggio automobili, in particolare grazie ad un eccezionale risparmio idrico.

In una dichiarazione rilasciata al MAP in questa occasione, Aalya Ghouli, capo della divisione “Fintech, Greentech e Startup Africa” ​​del Gruppo BMCI BNP Paribas, ha indicato che questa semifinale costituisce una tappa cruciale del “Greentech Roadshow Challenge” , il cui obiettivo è promuovere l’innovazione sostenibile e incoraggiare l’emergere di imprese che contribuiscono alla transizione ecologica.

“I progetti più convincenti saranno selezionati per beneficiare di un sostegno personalizzato, compreso il sostegno in termini di strategia, accesso ai finanziamenti e networking con potenziali partner”, ha sottolineato.

In questo senso, ha precisato che i finalisti di questo concorso avranno l’opportunità di recarsi a Casablanca per la finale, dove i migliori progetti verranno premiati e messi in risalto davanti a un pubblico di professionisti e partner strategici.

Da parte sua, la direttrice generale del Technopark Maroc, Lamiae Benmakhlouf, si è detta colpita dalla qualità dei progetti presentati durante questo concorso che intende mettere in risalto l’eccellenza e la creatività dei giovani imprenditori marocchini in settori innovativi e promettenti.

“Questo evento vuole essere un ottimo trampolino di lancio per queste startup, offrendo loro l’opportunità di farsi conoscere e beneficiare di futuri programmi di sostegno”, ha aggiunto, invitando, in questa scia, a rafforzare la sinergia tra i diversi attori del settore. settore al fine di perseguire iniziative di sostegno e garantire un sostegno duraturo a questi giovani leader di progetto.

Inoltre, la signora Benmakhlouf ha espresso la sua fiducia nel futuro dei progetti presentati e il suo entusiasmo per le prossime fasi di questo concorso, che continuerà a promuovere l’innovazione e a sostenere l’ecosistema imprenditoriale marocchino.

Dopo la tappa di Essaouira, le prossime semifinali del “Greentech Roadshow Challenge” si svolgeranno a Fez, Casablanca e Tangeri. Questo evento mira a identificare e sostenere i progetti più innovativi nel campo delle tecnologie verdi, fornendo loro maggiore visibilità e opportunità di finanziamento.

-

PREV Festival del cinema francofono di Angoulême: il municipio offre biglietti gratuiti per gli anziani
NEXT “lavoro fittizio”, “malattia”, “cassa integrazione”… Come continua a fare scalpore lo scandalo politico-finanziario