SENEGAL-GOVERNANCE / Gli incontri di giustizia aiuteranno a “riconciliare il paese con le sue deliberazioni collettive”, secondo Bassirou Diomaye Faye – Agenzia di stampa senegalese

SENEGAL-GOVERNANCE / Gli incontri di giustizia aiuteranno a “riconciliare il paese con le sue deliberazioni collettive”, secondo Bassirou Diomaye Faye – Agenzia di stampa senegalese
SENEGAL-GOVERNANCE / Gli incontri di giustizia aiuteranno a “riconciliare il paese con le sue deliberazioni collettive”, secondo Bassirou Diomaye Faye – Agenzia di stampa senegalese
-

Dakar, 4 luglio (APS) – Il Presidente della Repubblica ha dichiarato giovedì a Dakar che spera che la conferenza sulla giustizia recentemente organizzata possa aiutare a riconciliare il Senegal attraverso “deliberazioni collettive” e consultazioni tra autorità pubbliche e cittadini era una “tradizione” nel paese.

I fondamenti della giustizia consentono “a tutte le componenti della società, e delle persone in nome delle quali viene resa giustizia, di esprimere le proprie opinioni nel quadro di un dialogo libero, aperto e costruttivo”, ha affermato Faye, auspicando che questi scambi abbiano luogo dal 28 maggio al 4 giugno “contribuirà sicuramente a riconciliare il Paese con i suoi […] deliberazioni collettive e consultazioni dei cittadini”.

Questo modo di decidere coinvolgendo i cittadini è una “tradizione” senegalese ormai “lontana”, ha affermato.

Il Capo dello Stato ha ricevuto nel Palazzo della Repubblica il resoconto finale del procedimento giudiziario.

Il professor Babacar Guèye, docente all’Università Cheikh-Anta-Diop di Dakar e facilitatore di queste consultazioni, gli ha consegnato il documento contenente le proposte avanzate per la “modernizzazione della giustizia”.

Una “diagnosi esaustiva” della giustizia e “soluzioni strutturali”

“Le domande e le proposte sollevate, i valori e la percezione della giustizia potranno guidare i cambiamenti futuri e allineare meglio il servizio pubblico della giustizia agli standard culturali africani”, ha affermato Bassirou Diomaye Faye.

Gli incontri hanno permesso di identificare le “insufficienza” e le “carenze” del sistema giudiziario senegalese, ha affermato.

“Lo spirito era quello di mettere in discussione i fondamenti della giustizia e di mettere in discussione […] anche sulle sue regole, sui suoi metodi e sulle sue pratiche”, ha proseguito il Capo dello Stato, parlando degli obiettivi dell’incontro.

Il signor Faye è del parere che il sistema giudiziario senegalese, “di fronte ai suoi dubbi, alle sue disfunzioni e alla sua lentezza”, debba ora mostrarsi “rispettoso della garanzia dei diritti fondamentali del cittadino” grazie alla consultazione effettuata in fine maggio inizio giugno.

Allo stesso tempo, si trattava di effettuare una “diagnosi esaustiva” della giustizia in vista di “soluzioni strutturali”, secondo il Presidente della Repubblica.

Le riforme da realizzare dopo la conferenza sulla giustizia riguarderanno il funzionamento del Consiglio superiore della magistratura, l’esercizio delle professioni liberali, i luoghi di detenzione e l’“africanizzazione dei simboli della giustizia”, ha precisato.

Il Codice Penale e il Codice di Procedura Penale saranno soggetti a riforme, perché da essi devono essere rimosse “disposizioni abusive e arbitrarie”, secondo Faye.

FD/ESF/BK

-

PREV CAC 40 Stock Exchange Forum – 07/04/2024 08:20:44 – “Vogliamo tornare” hanno proclamato i manifestanti pro-UE a Londra
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France