HEC Montréal, ai vertici dell’innovazione universitaria globale | Notizia

HEC Montréal, ai vertici dell’innovazione universitaria globale | Notizia
HEC Montréal, ai vertici dell’innovazione universitaria globale | Notizia
-

Classifica mondiale delle università per l’innovazione (WURI)

4 luglio 2024

La Scuola si distingue entrando nella Top 100 per categoria del World University Rankings for Innovation (WURI) e ottenendo:

  • L’1Rif posto nella categoria Spirito imprenditoriale per il progetto SEED/Pôle IDEOS
  • Il 36e posto nella categoria Applicazione industriale per l’esperienza utente (UX)/Tech3lab

Luciano Barin Cruzprofessore ordinario, direttore e cofondatore del Pôle IDEOS ha espresso il suo orgoglio:

“Sono estremamente orgoglioso che il nostro progetto abbia raggiunto il primo posto nel mondo, tra diverse importanti università. Si tratta di un riconoscimento notevole per i progetti che abbiamo realizzato in Sri Lanka, Tunisia, Colombia e Haiti, che ci motiva ad espandere i nostri progetti in diversi nuovi paesi, come il Senegal e il Benin. Una grande collaborazione tra il Centro IDEOS di HEC Montréal, Développement international Desjardins (DID) e numerosi altri partner accademici, finanziari e sul campo.”

Da parte sua, Pierre Majorique Légerprofessore ordinario e condirettore del Tech3Lab, ha sottolineato l’importanza della classifica:

“Grazie alla sua 36a posizione, Tech3Lab, il più grande laboratorio pubblico di user experience al mondo, consente a HEC Montréal di distinguersi come l’unica business school nella top 50 di questa classifica, occupando al contempo il primo posto in Canada. »

Criteri e categorie di classificazione

Lanciato nel 2020 da un consorzio di università, WURI valuta e classifica le università in base alla loro capacità di innovazione. Questa classifica globale si distingue per l’enfasi su tre criteri:

  • L’innovazione: il carattere innovativo del contenuto del programma o del processo messo in atto dall’istituzione universitaria per renderlo più efficace.
  • La fattibilità: i costi e i benefici della sua attuazione.
  • L’impatto: L’intensità e la portata della sua influenza.

Quest’anno, i programmi universitari presentati hanno concorso in una o più delle 13 categorie considerate dalla classifica, ovvero: sostegno e coinvolgimento della comunità studentesca, mobilità e apertura della comunità studentesca, applicazione industriale, imprenditorialità, gestione delle crisi, responsabilità sociale, formazione generativa. applicazione dell’intelligenza artificiale, sostegno alla resilienza globale, leadership, finanziamenti, infrastrutture/tecnologia, simbolo/promozione, cultura/valori.

La categoria “Applicazione industriale” in cui si è distinto il Tech3Lab di HEC Montréal, sottolinea l’applicazione dell’istruzione e della ricerca legate all’industria per generare impatti tangibili, allontanandosi dall’approccio tradizionale concentrato esclusivamente sulla ricerca accademica e sull’istruzione.

SEED del Centro IDEOS della scuola ha dominato i suoi pari nella categoria « Spirito imprenditoriale »che comprende una serie di elementi e iniziative che promuovono un ambiente favorevole all’imprenditorialità e all’innovazione.

Questi due risultati, che illustrano l’impegno di HEC Montréal a favore dell’innovazione, suggeriscono prospettive promettenti per continuare a distinguersi sulla scena internazionale nelle prossime edizioni.


Saperne di più

-

PREV Il PSG difficilmente si sposterà dal Campus di Poissy per tutta l’estate
NEXT Fino al 22 settembre, il fresco museo Miyazaki di Lione