Caso Hedi a Marsiglia: sono stati dei colpi di manganello a deformargli il cranio, non un colpo di LBD

Caso Hedi a Marsiglia: sono stati dei colpi di manganello a deformargli il cranio, non un colpo di LBD
Caso Hedi a Marsiglia: sono stati dei colpi di manganello a deformargli il cranio, non un colpo di LBD
-

l’essenziale
Un anno fa a Marsiglia, Hedi, 22 anni, ha subito una significativa deformazione del cranio durante le rivolte scatenate dalla morte di Nahel. A renderlo invalido non è stato un colpo di LBD, ma dei colpi di manganello, secondo la perizia medica.

Nessuno ha dimenticato il suo volto. Sembra che a Hedi, 22 anni, presunta vittima della violenza della polizia, sia stata amputata una parte del cranio. È rimasto gravemente ferito a Marsiglia, nella notte tra l’1 e il 2 luglio 2023, durante i disordini che hanno scosso la Francia dopo la morte di Nahel a Nanterre.

Fino ad ora, il grave infortunio di Hedi era stato attribuito al colpo di LBD (lanciapalle da difesa) di un agente di polizia, sparato a distanza ravvicinata e alla testa. Questo colpo di LBD non è tuttavia la causa delle ferite e delle conseguenze. Sono stati i numerosi colpi inferti dalla polizia, quando Hedi era a terra, a causare il trauma cranico, indica una perizia medica, rivelata da France Bleu Provence.

Leggi anche:
Violenze della polizia su Hedi a Marsiglia: immagini di videosorveglianza rivelate da Mediapart

L’innesto non ha avuto successo

Un anno dopo, la salute di Hedi non va bene. “Purtroppo mi sento ancora lo stesso di un anno fa”, racconta Provenza, seduti sulla terrazza del ristorante di famiglia a Meyrargues nelle Bocche del Rodano. Afferma che il trapianto ricevuto lì “non ha avuto successo”. “Il mio cranio appare come un corpo estraneo, quindi viene mangiato dall’interno. Dobbiamo rifare tutto”, spiega Hedi. Il neurochirurgo ha dovuto utilizzare un pezzo del cranio asportato per riassorbire l’ematoma subdurale causato dall’attacco.

Leggi anche:
Caso Hedi a Marsiglia: “È successo molto, molto rapidamente”… le violenze ricostruite minuto per minuto dai tribunali

Hedi dovrà quindi tornare sul tavolo operatorio. “Visivamente mi è stato dato il pezzo di cranio da cui mi è stato amputato, ma dovrò sottopormi di nuovo a una o due operazioni.” Hedi avverte di nuovo dolore alla testa, comprese le placche e le viti posizionate dai medici.

Coinvolti quattro agenti di polizia

L’estate scorsa sono stati incriminati quattro agenti di polizia della squadra anticrimine sospettati della sparatoria all’LBD. Uno di questi agenti di polizia è stato preso in custodia. Dall’indagine è emerso che i nomi di due agenti di polizia compaiono in altri casi di violenza a Marsiglia: una donna di 19 anni picchiata durante le proteste dei gilet gialli nel 2018 mentre tornava dal lavoro nel centro di Marsiglia – aveva ricevuto una trentina di punti di sutura alla testa – e una coppia di 23 anni picchiata e gasata, dopo una serata alcolica nella primavera del 2021 nel quartiere Saint-Charles a Marsiglia.

-

PREV Gabriel Attal eletto ufficialmente presidente del gruppo dei deputati del Rinascimento…
NEXT Gabriel Attal su una ripida salita: è trapelata la data della sua partenza da Matignon