Al Festival di Avignone, i detenuti abbattono i muri de “La Casa de Bernarda Alba” – Libération

Al Festival di Avignone, i detenuti abbattono i muri de “La Casa de Bernarda Alba” – Libération
Al Festival di Avignone, i detenuti abbattono i muri de “La Casa de Bernarda Alba” – Libération
-

Teatro

Articolo riservato agli abbonati

Diretta da Enzo Vernet, l’interpretazione dell’opera di Federico García Lorca da parte dei detenuti del centro penitenziario di Avignone-Le Pontet traccia sorprendenti parallelismi tra i suoi interpreti maschili e le giovani ragazze oppresse che incarnano.

Se la presentazione di uno spettacolo del genere lascia a bocca aperta, anche la sua accoglienza lo è. Assistere ad uno spettacolo rappresentato da detenuti nella prestigiosa cornice del Festival di Avignone suscita il timore – è attuale – di vedere esposta in piena luce una violenta divisione tra due popolazioni, quella della scena e quella del pubblico, che non si incontrano mai nella realtà. vita. Cosa può fare il teatro lì, se non mettere una piccola ed effimera benda sul grande varco della reclusione e darci a poco prezzo l’illusione del nostro buon comportamento civico?

Senza contare la formidabile intelligenza di Enzo Vernet, direttore e facilitatore dei laboratori del carcere di Avignone-Le Pontet dal 2015. Per questo spettacolo messo insieme in appena un mese e mezzo, ha scelto La casa di Bernarda Alba di Federico García Lorca, l’ultimo scritto prima della sua esecuzione da parte delle milizie franchiste nel piena guerra civile spagnola. Di rintocco dopo rintocco, lo scrittore dipinge una famiglia governata con pugno di ferro da una formidabile matriarca che, con il pretesto di piangere il marito, chiude in clausura le sue quattro figlie, tutte in età da matrimonio, tutte assetate di libertà.

Straziante

Non appena si spengono le luci, emergono i parallelismi, che identificano personaggi rinchiusi nelle loro case con prigionieri, ma che rispecchiano anche i tempi difficili in cui viviamo e l’arrivo del fascismo spagnolo. Tuttavia, nulla è troppo semplice e basta

-

PREV Legislativa 2024. In visita a Le Mans, il ministro Christophe Béchu contro il voto di RN… e LFI
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France