a Villeurbanne, Manuel Bompard affronta Jean-Paul Bret

a Villeurbanne, Manuel Bompard affronta Jean-Paul Bret
a Villeurbanne, Manuel Bompard affronta Jean-Paul Bret
-

Presente mercoledì al Rodano per sostenere il candidato della LFI Gabriel Amard in 6e collegio elettorale, Manuel Bompard ha affrontato il candidato dissidente Jean-Paul Bret.

È un duello tra due candidati di sinistra quello che attende gli elettori dei 6e Circoscrizione elettorale del Rodano questa domenica. Gabriel Amard (LFI/Nuovo Fronte Popolare) affronterà Jean-Paul Bret, ex sindaco di Villeurbanne e presente a queste elezioni legislative sotto l’etichetta dissidente del PS.

Leggi anche : A Villeurbanne, Jean-Paul Bret mantiene la sua posizione per evitare una “parodia democratica”

Questo mercoledì, Manuel Bompard, coordinatore di France Insoumise, era presente nel Rodano per sostenere Gabriel Amard. Ha colto l’occasione per affrontare l’ex consigliere comunale di Villeurbanne, qualificato secondo lui per 2e voltatevi grazie”ai voti dei candidati macronisti“.

“È un candidato che ha fatto i voti dei candidati macronisti”

Con il 19,94% dei voti, Jean-Paul Bret, 75 anni, è arrivato secondo nella 6a circoscrizione dove il ribelle Gabriel Amard, 57 anni, genero di Jean-Luc Mélenchon, ha prevalso con il 46,29% dei voti. con l’etichetta Nuovo Fronte Popolare.

L’ex sindaco di Villeurbanne non è un candidato di sinistra in questa circoscrizione. È un candidato che ha fatto i voti dei candidati macronisti“, ha dichiarato Manuel Bompard alla stampa di Villeurbanne, in un commento riportato dall’AFP, prima di partecipare con Gabriel Amard ad un’operazione di rimorchio porta a porta nel quartiere di Buers.

Credo che sarebbe un po’ fuori dalle preoccupazioni dei francesi (…) concentrarsi esclusivamente sulla decisione di un secondo candidato di mantenere la sua candidatura quando è indietro di 30 punti e tutte le componenti della sinistra sostengono la candidatura di Gabriel Amard“, ha aggiunto il coordinatore della LFI, rieletto al primo turno nelle Bocche del Rodano, come altri 31 candidati del PFN in altre parti del territorio.

Leggi anche : Legislativo: i candidati in lizza per il secondo turno nella vostra circoscrizione elettorale

Per il deputato ribelle uscente, senza nominarlo, signor Bret”può raccogliere solo voti di estrema destra“per il secondo turno di votazioni.

Poco prima, Jean-Paul Bret ha tenuto una conferenza stampa per spiegare le ragioni della permanenza a questo secondo turno delle elezioni legislative. Secondo il socialista, che non si è lasciato scappare l’occasione di contrastare il suo avversario LFI, il ritiro avrebbe comportato una “parodia democratica“.

-

PREV Elezioni comunali a Fontaine-l’Évêque: il PS presenta Gianni Galuzzo, Sophie Mengoni e Marc Mineboo
NEXT Un’estate favorevole alle infestazioni di insetti