Ponti tra attualità e storia all’Espace Renoir

Ponti tra attualità e storia all’Espace Renoir
Ponti tra attualità e storia all’Espace Renoir
-

Due incontri cinematografici sono previsti il ​​5 e il 19 luglio, all’Espace Renoir, a Roanne, in collaborazione con Nos passees, società fondata dalla regista Caroline Puig-Grenetier.

Crea gateway. Tra tutti i pubblici, tra i suoi documentari e la Storia o anche l’attualità. È questa l’ambizione della regista di Saint-Etienne, un tempo di Roanne, Caroline Puig-Grenetier, attraverso la sua società di editoria, produzione e distribuzione Nos passees.

Oltre alle notizie politiche attuali, anche un altro grande evento francese, e persino mondiale, sta facendo notizia: 111 e Tour de France, in partenza dall’Italia sabato scorso. Caroline Puig-Grenetier ha visto questa come l’occasione perfetta per pubblicare il suo documentario intitolato Gino Bartali, In nome della libertà , nelle sale, per la prima volta all’Espace Renoir, venerdì 5 luglio. Un’opera che, tra immagini d’archivio, fiction e testimonianze, ripercorre l’incredibile storia dell’uomo che vinse due volte il Tour, nel 1938 e nel 1948, tra altri grandi successi. E soprattutto colui che, durante l’occupazione dell’Italia da parte dei tedeschi nel 1943, approfittò della sua notorietà per trasportare documenti falsi, nascosti nel manubrio o nella sella della sua bicicletta, salvando centinaia di ebrei. Un’azione che gli è valsa il riconoscimento di “Giusto tra le nazioni” e la comparsa del suo nome sul memoriale di Yad Vashem a Gerusalemme. “Non ha mai voluto che parlassimo della sua storia. Diceva addirittura: “Ci sono medaglie che ti appendi sull’anima, non sulla giacca”. Un giorno la figlia decise di farla conoscere. L’ho scoperto realizzando Maglia gialla, la ricerca dei coraggiosi », confida la Stéphanoise.

Amante dei cavalli

Caroline Puig-Grenetier proporrà anche un secondo incontro cinematografico, questa volta sul suo documentario in omaggio ai cavalli, Appesi ai nostri sogni , venerdì 19 luglio, in concomitanza con i Giochi Olimpici. Qui il regista ha voluto mettere in risalto “la filosofia dell’equitazione”. Nell’immagine compaiono in particolare il campione olimpico francese Karim Laghouag e Élodie Mandler, una badante che porta regolarmente il suo cavallo in una casa di cura. “Ho trovato interessante intrecciare gli sguardi di questi due personaggi principali”, spiega il regista.

Questi incontri cinematografici diventeranno regolari a Roannais, annuncia Caroline Puig-Grenetier.

Pratico. Venerdì 5 luglio e venerdì 19 luglio alle 20:30, proiezioni alla presenza del regista, seguite da dibattiti e aperitivo conviviale. Info: cinemaasperenoir.fr

-

PREV con La Quinta, Plumaçon assumerà le sembianze di Las Ventas
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France