Trudeau non ha intenzione di convocare il suo caucus nonostante il malcontento nel suo campo

Trudeau non ha intenzione di convocare il suo caucus nonostante il malcontento nel suo campo
Trudeau non ha intenzione di convocare il suo caucus nonostante il malcontento nel suo campo
-

Justin Trudeau respinge l’idea di convocare il suo caucus di emergenza dopo la dolorosa sconfitta alle elezioni suppletive di Toronto, nonostante diverse richieste in tal senso da parte dei parlamentari, allarmati dalla situazione sul campo.

• Leggi anche: La sconfitta di Trudeau nel suo disorganizzato Canada

• Leggi anche: Nessuna soluzione magica per salvare i liberali

Bombardato da domande su questo argomento durante la conferenza stampa di mercoledì a Montreal, il Primo Ministro ha ripetutamente affermato che le “discussioni” continuano ad avere luogo con le sue truppe.

Piuttosto che un grande vertice che vedrebbe i liberali recarsi a Ottawa in piena estate, Trudeau intende fare il punto della situazione individualmente con i suoi parlamentari più preoccupati per telefono.

Una fonte liberale ha detto al Journal che l’idea di organizzare un caucus di emergenza invierebbe un segnale sbagliato alla popolazione e darebbe l’impressione di un governo in preda al panico e che sta perdendo il controllo.

Nonostante alcune richieste di dimissioni dai suoi stessi ranghi, Trudeau ha assicurato ancora una volta che guiderà la battaglia contro i conservatori di Pierre Poilievre fino alle prossime elezioni.

La sconfitta del Partito Liberale del Canada (PLC) nella Toronto-St. Paul’s il 24 giugno ha gettato Trudeau nella tempesta e ha riacceso le speculazioni sul suo futuro politico.

Seguiranno maggiori dettagli.

Hai qualche informazione da condividere con noi su questa storia?

Scrivici a o chiamaci direttamente al 1 800-63SCOOP.

-

PREV Villeneuve-sur-Lot: il “Gifi Open Beach 47”, l’evento sportivo estivo di Villeneuve
NEXT Concerto dell’Orchestra Nazionale dell’Ile-de-France