Ricaricare le falde acquifere: il Parc des Grands Causses si avvicina alla stagione estiva “in modo positivo”

Ricaricare le falde acquifere: il Parc des Grands Causses si avvicina alla stagione estiva “in modo positivo”
Ricaricare le falde acquifere: il Parc des Grands Causses si avvicina alla stagione estiva “in modo positivo”
-

Il buon ricaricamento delle falde freatiche tra i mesi di marzo e maggio ci consente di affrontare con fiducia l’estate.

“Con piogge regolari ma non molto intense (43 mm; -24%), il mese di giugno porta logicamente all’inizio di un calo delle falde acquifere ma il buon ricaricamento delle falde freatiche, da marzo a maggio, permette di comprendere la stagione estiva in modo positivo” stima il PNR dei Grands Causses che ha appena pubblicato il rapporto idrologico del mese di giugno.

“A Sévéragais, le portate delle sorgenti Ségala e Bastide sono a livelli medi stagionali. A est, le falde acquifere del Causse du Larzac sono rimaste al di sopra delle norme stagionali, come dimostrano i livelli misurati. sulla sorgente del Durzon o sul Cernon.”

“Qualsiasi conclusione su un ritorno alla normalità sarebbe affrettata”

“Dopo un ritorno a livelli adeguati in maggio, le portate del Céras a Brusque sono sul punto di posizionarsi al di sotto della media. La tendenza è in calo anche alla sorgente del Taurin a Saint-Rome-de-Tarn, dove le portate le tariffe hanno oscillato a lungo nel 2024.”

“Ciclo stagionale, il declino delle riserve carsiche dovrebbe continuare lentamente durante l’estate e contribuire così a sostenere il basso livello dell’acqua nei fiumi. La cautela deve comunque rimanere e, a causa del cambiamento climatico, qualsiasi conclusione su un ritorno alla normalità sarebbe affrettata.”

-

PREV 14 luglio: fuochi d’artificio in sintonia con l’ecologia: Novità
NEXT Meteo Manitoba: allerta caldo in vigore