Nîmes – Attacco a Mers-el-Kébir: una cerimonia commemorativa per non dimenticare – Notizie

-

Questo mercoledì, nel santuario di Notre-Dame de Santa-Cruz, si è svolta la cerimonia commemorativa in memoria dei 1.297 marinai uccisi a Mers-el-Kébir – in Algeria – dall’esercito inglese.

Questo mercoledì si è tenuta nel santuario di Notre-Dame de Santa-Cruz la cerimonia commemorativa in memoria dei 1.297 marinai uccisi a Mers-el-Kébir.

L’evento si è svolto alla presenza del sindaco di Nîmes, Jean-Paul Fournier, Monique Boissière, consigliere comunale responsabile degli eserciti e del mondo dei combattimenti, nonché di autorità civili e militari.

Jean-Paul Fournier, al centro, Monique Boissière a sinistra e Julien Plantier, primo assistente, a destra. ©AV

Gérald Cantomerle, presidente dell’Associazione dei Veterani dell’Aviazione Navale e veterano della Linguadoca Camargue, è intervenuto con emozione per ricordare il tragico contesto dell’attacco di Mers-el-Kébir. “La Seconda Guerra Mondiale è stata terribile, segnata dalla divisione della nostra nazione e dal conflitto con i nostri alleati. In mezzo a questo tumulto, non dimentichiamo le vittime, soprattutto i marinai”, ha detto.

Al microfono, Gérald Cantomerle ha ricordato il contesto e la storia dell’attacco a Mers-el-Kébir. ©AV

Il 3 luglio 1940, per ordine di Winston Churchill, la Royal Navy si presentò alla base navale di Mers-el-Kébir vicino a Orano in Algeria, lanciando un ultimatum al vice ammiraglio francese Gensoul. Dopo che le richieste britanniche furono respinte, poco prima delle 17 iniziarono gli spari che provocarono l’affondamento di diverse navi e la morte di 1.297 uomini, tra cui 977 marinai rinchiusi nelle stive della corazzata Bretagne.

La cerimonia è proseguita con la deposizione di corone di fiori prima di concludersi con l’inno nazionale, La Marsigliese.

cerimonia_B.jpg

Discorso, deposizione di corone, marsigliese… Una cerimonia solenne, un dovere essenziale della memoria. ©AV

-

PREV Calcio: Fabien lascia l’ACFC, torna Bisson (aggiornamento sulla rosa)
NEXT Vicino a Nizza, questo monumento potrebbe essere il preferito dei francesi: i vostri voti!