Vaulx-en-Velin. Arrestato il responsabile del punto vendita, sequestrata la droga

Vaulx-en-Velin. Arrestato il responsabile del punto vendita, sequestrata la droga
Vaulx-en-Velin. Arrestato il responsabile del punto vendita, sequestrata la droga
-

Il traffico di droga è stato recentemente smantellato a Vaulx-en-Velin, in seguito a un’indagine su un punto vendita allestito in rue Paul-Éluard, iniziata con l’identificazione di un fattorino. Il prosieguo delle indagini ha consentito di risalire al presunto gestore del punto vendita, di individuare il luogo in cui era conservata la droga e di identificare diversi clienti.

Questo contenuto è bloccato perché non hai accettato cookie e altri tracker.

Cliccando su ” Accetto “verranno inseriti cookie e altri tracker e sarai in grado di visualizzare i contenuti (maggiori informazioni).

Cliccando su “Accetto tutti i cookie”autorizzi la memorizzazione di cookie e altri tracker per la memorizzazione dei tuoi dati sui nostri siti e applicazioni per scopi di personalizzazione e targeting pubblicitario.

Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento consultando la nostra politica sulla protezione dei dati.
Gestisci le mie scelte


Accetto
Accetto tutti i cookie

Uno di loro è stato arrestato il 24 giugno, in possesso di una piccola quantità di eroina e posto in custodia di polizia. Il giorno successivo, il presunto manager, un uomo di 38 anni sfavorevolmente conosciuto dalla polizia, è stato arrestato a casa sua.

Sequestrato più di un chilo di droga

La perquisizione effettuata nel luogo di deposito ha portato al sequestro di 865 g di eroina, 50 g di cocaina, 249 g di resina di cannabis, 410 euro in contanti e materiale di confezionamento.

Diversi clienti del deal point, convocati nell’ambito delle indagini, hanno ammesso di essersi regolarmente riforniti presso il convenuto, il quale ha ammesso i fatti nel corso delle sue udienze.

Perseguito per trasporto, detenzione, acquisto, offerta o cessione non autorizzata di stupefacenti, è stato presentato il 27 giugno alla Procura di Lione. Il cliente posto in custodia di polizia è stato rilasciato ed è soggetto a un ordine penale per reati minori.

-

PREV Lettere da Poitiers-Vivonne – Fughe e repressione attorno al CRA – Chiamata dei Nove – Omaggio a Lucien –
NEXT l’ambizioso progetto del museo Bonnat-Helleu è sulla buona strada